Scientology ci riprova, tra gazebo in piazza e bufale sul web

L'estate scorsa la chiesa americana cercava nuovi adepti tra i podisti a Volta Mantovana. Ora la battaglia contro il trattamento sanitario obbligatorio a Mantova e gli allarmi anti psichiatria 

MANTOVA. Si dice Comitato dei cittadini per i diritti umani, si legge Scientology. La chiacchierata chiesa americana fondata dallo scrittore di fantascienza Ron Hubbard si riaffaccia a Mantova e lo fa con uno dei suoi organismi più longevi, il Ccdu, nato in Italia nel 1974 e omologo italiano del Cchr (Citizen commission on human rights), organismo statunitense fondato nel 1969, anch’esso dalla chiesa di Scientology e dal dottor Thomas Szasz al quale, il Ccdu, dichiara di essere solo ideologicamente legato.

A fine gennaio il comitato è stato protagonista di un presidio in piazza Mantegna, con tanto di gazebo, per sensibilizzare sui temi relativi alla tutela dei malati mentali. «Lottiamo - aveva spiegato il referente mantovano Massimo Bertolini - perché il trattamento venga eseguito con maggior rispetto e solo in casi estremi dopo aver tentato con altri metodi. Il nostro obiettivo? Portare in Parlamento una legge che disciplini questo intervento che spesso porta il paziente al decesso». «Lo scorso novembre - gli fa aveva fatto eco Cristiano Mazzon, volontario del comitato di Verona - sono state dichiarate ben tre morti a seguito di trattamento sanitario obbligatorio: in Cilento (Sant’Arsenio), a Monselice e a Mantova. Un numero davvero eccessivo, che fa riflettere».

Fin qui nulla di strano, anzi. Un gruppo di cittadini che si attiva per informare su tematiche delicate. Peccato che, come spesso accade con le associazioni che gravitano attorno all’universo Scientology, la trasparenza non è di casa. Chi il 28 gennaio davanti alla basilica di Sant’Andrea ha compilato il questionario distribuito dai volontari del Ccdu non sapeva di essere entrato in contatto con Scientology. Un caso analogo era capitato a Volta. C’è poi un altro aspetto dell’operato del Ccdu che fa discutere. Periodicamente sul web rispunta una falsa notizia su una psicopatologia dell’età evolutiva: l’Adhd, deficit di attenzione e iperattività, sarebbe una malattia inventata per la quale un esercito di bimbi sani sarebbe sottoposto a cure inutili e dannose. A rilanciare questa bufala è quasi sempre il Ccdu.

In buona sostanza i seguaci di Hubbard accusano gli psichiatri di inventarsi malattie e prescrivere farmaci per profitto. Ma del resto è nota l’avversione di Scientology per gli psichiatri, rei di aver messo in guardia l’opinione pubblica sull’uso che il movimento fa di alcune tecniche pensate per condizionare i seguaci.

Video del giorno

Inaugurata a Melara la ruota panoramica alta 50 metri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi