In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Addio a Lusetti, il re dei salumi

Suzzara. Lutto nel mondo dell’imprenditoria. I funerali saranno celebrati il 16 marzo alle 9.30

Mauro Pinotti
1 minuto di lettura

SUZZARA. Lutto nel mondo dell'imprenditoria suzzarese. Si è spento nella notte tra il 14 e il 15 marzo, all'ospedale Carlo Poma di Mantova, dov'era ricoverato per una grave malattia, Raffaele Lusetti, noto a Suzzara (ma non solo) come il “re dei salumi”. Aveva 79 anni.

I funerali si svolgeranno il 16 marzo alle 9.30, partendo dall'abitazione di via Piave 29 per la chiesa Immacolata di piazza Garibaldi. Dopo la messa la salma verrà accompagnata al cimitero di Mantova per il rito della cremazione.

Profondo cordoglio è stato espresso ai familiari di Lusetti da tutto il mondo imprenditoriale suzzarese e del resto della provincia. Del resto, Lusetti era una figura di primo piano. Tantissime sono state le testimonianze d'affetto alla moglie e ai figli. Nell'abitazione di via Piave 29, dove è stata allestita la camera ardente, ieri è stato un continuo via vai di persone.

La storia del salumificio Lusetti inizia quando il padre Umberto Lusetti, proprietario di una macelleria nel centro di Suzzara, riforniva i negozi del circondario con prodotti tradizionali quali ciccioli, salamelle, salame e cotechini.
E' stato il figlio Raffaele ad far crescere in una nuova dimensione l’attività familiare, trasformandola in una vera e propria industria, ampliando gradualmente la gamma dei prodotti attraverso l’acquisizione di una clientela sempre più esigente e selezionata. Raffaele era partito nel 1970 in via Piave, accanto alla casa di famiglia poi, nel 1989 ha creato la “Lusetti Salumi” in via Nazionale sull'ex statale 62 della Cisa, dove lavorava insieme ai figli e ad alcuni dipendenti.

Sebbene provato dalla malattia, Lusetti è stato fino all'ultimo il punto di riferimento dei figli, che prima lo hanno affiancato e successivamente lo hanno sostituito nella gestione aziendale. In questi ultimi 40 anni, Lusetti è stato elemento fondamentale dell'imprenditoria suzzarese vivendo il suo ruolo con un grande senso di appartanenza verso la comunità. Per Raffaele, il suo senso di appartenenza significava svolgere il proprio dovere e creare lavoro per la “sua gente”.

Persona riservata, di animo generoso ed altruista, era dotato di grande umiltà, stile ed intelligenza. Ha avuto solo due passioni nella vita: il lavoro e la famiglia. Raffaele Lusetti lascia nel dolore la moglie Margherita, i figli Annalisa, Michele, Umberto, Bruno con le rispettive famiglie, la signora Lucia e parenti. La famiglia ha chiesto di non inviare fiori ma di devolvere eventuali offerte alla coop. Chv di Suzzara.
 

I commenti dei lettori