Carra in visita al carcere: manca personale

Il deputato del Pd con il Walter Verini, capogruppo in Commissione Giustizia, in via Poma

MANTOVA. I deputati del Pd Marco Carra e Walter Verini, capogruppo in Commissione Giustizia, IL 24 marzo hanno visitato il carcere di Mantova. L'impressione generale è risultata quella di un carcere diretto bene, dove ci sono professionalità rilevanti da parte degli agenti di polizia penitenziaria, dove esiste un buon rapporto con le realtà esterne con gli enti come Asl e 118.

Le criticità di ordine amministrativo e strutturale però non mancano: c'è carenza di almeno 20 unità di agenti di polizia e due unità per l'amministrazione. Mancano gli educatori (oggi c'è n’è solo uno per tutti i detenuti). Nel penitenziario ci sono 159 detenuti (8 donne, 70 extracomunitari). Otto sono i detenuti in regime di semilibertà che lavorano in realtà esterne del territorio e uno è un caso di radicalizzazione monitorato.

«I detenuti – ha detto Carra – ci hanno chiesto cose migliorabili per il loro benessere quotidiano, molto banali, come le docce per ogni cella, l'acqua calda e maggiori spazi». Per il collega Verini «alcune celle hanno bisogno di ristrutturazione poiché convivono insieme anche sette detenuti». I due deputati si sono impegnati a trasferire queste osservazioni al Dipartimento di amministrazione penitenziaria.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mantova, a bosco Virgiliano l'oasi per gli animali selvatici feriti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi