Nuovo giro di vite sui rifiuti

Dagli abbandoni indiscriminati agli errori nella differenziata: è guerra ai furbetti

BORGO VIRGILIO. Giro di vite dell’amministrazione comunale di Borgo Virgilio contro i “furbetti” della spazzatura. Sono state individuate, infatti, con il gestore della raccolta rifiuti Aprica A2A, nuove linee guida. In questi primi mesi si è scelta la strada della tolleranza.

Sono stati ritirati anche i sacchetti contenente materiale non differenziato correttamente. «Il problema è che nella plastica è stato ritrovato di tutto – spiega il sindaco Alessandro Beduschi -. Oggetti di metallo, ferri da stiro. Alcuni utenti conferiscono purtroppo in modo sbagliato. Differenziare in un secondo momento porta ulteriori costi. Per questo abbiamo pensato ad una seconda fase». Un nuovo corso che scatterà dal 1° luglio. I dipendenti Aprica A2A controlleranno il contenuto dei sacchetti, trasparenti, e lasceranno sul posto quelli con all’interno materiale non conforme.


Questa fase è stata definita “informativa” dall’amministrazione, visto che, accanto ai rifiuti non raccolti, verranno lasciati volantini esplicativi con le norme per una corretta differenziazione. La speranza è quella di stimolare la sensibilità ecologica e la collaborazione civile dei residenti. Nel caso non fosse sufficiente, è in cantiere anche una fase 3, con possibili sanzioni economiche. «Speriamo non sia necessario – continua il sindaco -, crediamo nel senso civico dei cittadini».

Con l’obiettivo di aumentare il decoro ed eliminare la sensazione di degrado urbano, l’amministrazione pensa anche a multe per gli utenti che lasciano i bidoncini in strada tutto il giorno. L’invito è quello di esporli alla sera e ritirarli al mattino. In particolare, poi, si chiede di non posizionarli sui marciapiedi nei giorni di non conferimento. Dopo essere stati quasi del tutto eliminati negli scorsi anni, verranno rimessi sul territorio i cestini. Di fatto, però, saranno una sorta di trappola per i “furbetti”, con telecamere e vigili in borghese pronti a cogliere sul fatto chiunque volesse utilizzarli per riempirli di rifiuti domestici. Lotta dura anche ai padroni maleducati di cani, con la conferma delle sanzioni fino a 300 euro per chi decidesse di fare una passeggiata sprovvisto di sacchetto e paletta con l’amico a quattro zampe. Basterà, dunque, semplicemente non avere gli strumenti idonei alla raccolta per incappare in una contravvenzione. Anche in questo caso previsti controlli a sorpresa nei parchi da parte di vigili in borghese.

In programma nelle prossime settimane, sempre in tema di decoro urbano, la disinfestazione dei marciapiedi dalle erbacce e la pulizia delle duemila caditoie presenti nel territorio comunale. In questo caso si partirà da via Cervi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La festa in centro a Mantova per lo scudetto del Milan

La guida allo shopping del Gruppo Gedi