In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Lega Nord sarà la prima forza in consiglio

Ecco come sarà l’assemblea cittadina. Tre posti a Pd e Forza Italia, due a Insieme

1 minuto di lettura

[[(Video) Elezioni 2017, Dara esulta per il successo a Castiglione: "Centrodestra unito pensando ai castiglionesi"]]

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Il responso del ballottaggio ha consegnato a Castiglione anche la composizione del consiglio comunale per i prossimi cinque anni. L’elenco di chi ne farà parte tiene naturalmente conto della ripartizione dei seggi distribuiti, sia per la maggioranza che per la minoranza, secondo i rapporti di forza emersi al primo turno di votazione. Per ciascuna lista l’assegnazione dei seggi conquistati avviene, poi, sulla base del maggior numero di preferenze personali ottenute da ciascun consigliere.

[[(gele.Finegil.Image2014v1) seggi]]

Dunque, nel nuovo consiglio comunale la forza politica prevalente sarà la Lega Nord, che farà la parte del leone nella suddivisione dei dieci posti che spettano alla maggioranza di Volpi. La Lega ne ha ottenuti cinque che, sulla base delle preferenze, spettano ad Andrea Dara (483 voti), Maura Treccani (175), Giuseppe Gnaccarini (117), Erica Gazzurelli (112 voti) e Livia Mellere (69 preferenze).
 
 
Se però Dara, come annunciato da Volpi, sarà parte della giunta, si libererà un posto che spetta a Domenico Botturi (56 voti). Gli altri cinque seggi della maggioranza andranno a Forza Italia e alla civica Insieme per Castiglione. I consiglieri di Fi saranno Michele Falcone (166 voti), Luigi Paternò (87) e Antonio Imbriani (78). Per Insieme ci saranno Alberto Bignotti (127 preferenze) e Aldo Morandi (99).
 
Veniamo alle minoranze. Sei in tutto  i posti a disposizione. Tre toccano di diritto ai candidati alla poltrona di sindaco che sono stati sconfitti: il sindaco uscente Alessandro Novellini, il candidato del Movimento Cinque Stelle Lucia Zanotti e quello della lista Castiglione Civica, Stefano Finadri. Quest’ultimo ha appoggiato la corsa di Volpi al ballottaggio (senza apparentamento),e quindi potrebbe andare a ingrossare le fila della maggioranza. Gli ultimi tre posti di minoranza toccano al Pd. Se li sono aggiudicati i primi tre tra i più votati, ovvero il vicesindaco uscente Claudio Leoci (195 preferenze), Graziella Gennai (114) e l’ex assessore al Welfare Cecilia Carattoni (104).
 
I commenti dei lettori