Multe per i mancati sfalci, «paghi anche il Comune»

La protesta dei residenti sanzionati per non aver tagliato le erbacce. «Anche l’amministrazione non provvede». Il sindaco: «Le aiuole spettano a Tea»

MARIANA MANTOVANA . Gli sfalci della discordia. C’è polemica a Mariana Mantovana, seicento anime in tutto, su una questione tipicamente estiva: il taglio delle erbacce e le ordinanze sul decoro dei paesi. Alcuni cittadini - a loro dire quasi una decina, secondo il sindaco due o tre - ci raccontano di aver ricevuto dal Comune una sanzione di 65 euro perché non hanno tagliato le erbacce in loro terreni di proprietà che si affacciano sulla pubblica via o si trovano accanto ad altre abitazioni.

«Pagheremo la multa - dice uno dei tartassati - non è questo il problema, però qui a Mariana siamo in due gatti, il Comune poteva semplicemente avvisarci. Ma questo può passare. La cosa che non mandiamo giù è che la stessa amministrazione non sfalcia l’erba nei propri terreni, non dà il buon esempio, come in via Chitò dove il Comune ha due lotti pieni di erbacce oppure in via Tartaro Fabrezza dove ci sono aiuole con erba incolta talmente alta ed estesa che si fa fatica a passare sui marciapiedi».


«E poi - conclude il cittadino amareggiato - Mariana si sta svuotando; invece di continuare a punire e reprimere, sarebbe meglio che il Comune coinvolgesse i suoi abitanti e non li allontanasse con tutte queste regole».

Ribatte punto su punto il sindaco Angelo Rosa: «Un Comune deve ascoltare tutti. La multa a questi cittadini non è nostra iniziativa. Il tutto è partito dalla segnalazione di alcuni confinanti di questi lotti con erba alta, i quali hanno chiamato la polizia locale. Gli agenti, essendo in vigore una nostra ordinanza sul decoro, non hanno potuto fare nient’altro che emettere le sanzioni, perché le irregolarità c’erano veramente. Per quanto riguarda i nostri terreni, a me risulta che sui lotti di proprietà comunale gli sfalci siano stati compiuti. Mentre le aiuole tra i marciapiedi sono di competenza di Tea, che probabilmente è un po’ indietro con gli interventi».
 

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi