Domiciliari per Antonio Muto

Il tribunale del Riesame di Brescia, accogliendo la richiesta degli avvocati difensori ha concesso gli arresti domiciliari al costruttore Antonio Muto

MANTOVA. Il tribunale del Riesame di Brescia, accogliendo la richiesta degli avvocati difensori, il 4 luglio ha concesso gli arresti domiciliari al costruttore Antonio Muto. L’imprenditore era stato arrestato dal Nucleo di polizia tributaria della Finanza di Mantova per bancarotta fraudolenta patrimoniale aggravata ed operazioni dolose da falso in bilancio.

Un’indagine che aveva ha avuto origine dal fallimento della società Le Costruzioni s.r.l, dichiarato nel giugno 2016, della quale Muto era stato socio e amministratore unico. I giudici del Riesame hanno ritenuto la carcerazione una misura cautelare inadeguata.

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi