Chilometri taroccati, nei guai autosalone di Mantova

Frode in commercio: con questa accusa è finito a processo il legale rappresentante della Gold Car di Cittadella

MANTOVA. Frode in commercio: con questa accusa è finito a processo Luigino Fontana, legale rappresentante della Gold Car di Cittadella. A trascinarlo in tribunale la denuncia presentata da un automobilista di Grosseto che nel maggio del 2015, tramite una concessionaria toscana, aveva fatto una permuta vendendo la sua Bmw 530 per acquistare dalla Gold Car una Bmw X5, pagata all’incirca 12mila euro.

A distanza di pochi mesi, però, a casa del cliente grossetano cominciano a piovere decine di multe per eccesso di velocità e divieto di sosta. Infrazioni commesse con la Bmw 530 venduta alla Gold Car che non aveva proceduto al passaggio di proprietà. A seguito della denuncia presentata, la polizia stradale di Mantova ha scoperto che quell’auto, venduta come se avesse percorso 90mila chilometri, in realtà ne aveva 146mila. IL 7 luglio, nella prima udienza, è stato sentito l’automobilista truffato.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La carica delle truppe ucraine nella pianura di Kherson

La guida allo shopping del Gruppo Gedi