In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La gestione del nuovo chiosco di Lunetta va ad Aspef

Lo spazio di piazza Unione Europea avrà una vocazione sociale: limitata la vendita degli alcolici

1 minuto di lettura

MANTOVA. A comunicare la notizia, durante la presentazione di “Lunetta in festa!” (dall’1 al 4 settembre) è l’assessore al welfare Andrea Caprini: la gestione del chiosco della nuova piazza Unione Europea – la futura piazza del mercato – è stata affidata ad Aspef, l’impresa sociale che per conto del Comune si occupa di promuovere e gestire i servizi alla persona e alla famiglia. Una scelta che testimonia la volontà di sottrarre lo spazio a una logica commerciale a beneficio di un calcolo sociale, in una periferia fragile. «La concessione ad Aspef attiverà un percorso condiviso – le parole di Caprini – perché questo luogo possa diventare un servizio utile al quartiere, alle famiglie, ai bambini e ai ragazzi, con attenzione agli aspetti di aggregazione e socializzazione». E con un occhio di riguardo alla vendita di alcolici: l’affidamento del chiosco prevede che Aspef e Comune concordino insieme limiti e modalità.

Chiosco e non solo: «Questo affidamento è importante anche ai fini della gestione del mercato del sabato mattina di prossima apertura – interviene il vicesindaco e assessore alle attività produttive Giovanni Buvoli – Infatti, il gestore del chiosco avrà anche il compito di presidiare e gestire l’area adibita a mercato. L’avvio di queste due nuove realtà, nell’ambito di una zona riqualificata di Lunetta, contribuirà a migliorare ulteriormente la qualità della vita all’interno del quartiere».

Sulla piazza, inaugurata a giugno, si concentrano le attese dei residenti, ansiosi di vivere il nuovo spazio: «Stiamo procedendo con i collaudi – rispondeva nei giorni scorsi l’assessore ai lavori pubblici, Nicola Martinelli, al presidente dell’associazione Peter Pan, Claudio Spaggiari – Si tratta di procedure necessarie, e appena firmato l’ultimo collaudo il mercato potrà trasferirsi».

I commenti dei lettori