Mantova, i giapponesi interessati a Plastindustria

L'ingresso della sede di Plastindustria Mantovana

Trattative in corso con una multinazionale per l'azienda di materie plastiche e resine sintetiche di Valdaro

MANTOVA. Una multinazionale giapponese mette gli occhi su Plastindustria Mantovana. Tredici dipendenti, stabilimento in via Pacinotti in zona Valdaro, si tratta di una piccola azienda che da oltre 40 anni si occupa di lavorazione e stampaggio di materie plastiche e di resine sintetiche. Associata a Confidustria, è nella sede di quest’ultima in via Portazzolo che nei giorni scorsi si è tenuta un’assemblea con lavoratori e sindacati (la vicenda è seguita da Cgil e Cisl) durante la quale sono state illustrate le difficoltà in cui versa la società e il suo possibile rilancio attraverso un accordo con una multinazionale giapponese interessata ad acquisire la produzione per consolidarla e mantenerla a Mantova.

Da quanto è stato possibile ricostruire le trattative sono in corso da alcuni mesi e l’obiettivo sarebbe di arrivare a un accordo entro fine anno. Vista la delicatezza del momento, il nome della multinazionale resta top secret ma da più parti assicurano che se l’operazione dovesse andare in porto si tratterebbe di un segnale positivo per il territorio.

Plastindustria è una srl di proprietà di sette soci e dal luglio scorso il presidente del Cda è Edoardo Benetton. Con un patrimonio netto di 594mila euro (era 713 mila nel 2015), il valore della produzione lo scorso anno è stato di un milione e 472mila euro contro costi di produzione di un milione e 571mila euro: il bilancio 2016 si è chiuso con una perdita d’esercizio di oltre 118mila euro (era di 85mila euro nel 2015). (m.v.)


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La carica delle truppe ucraine nella pianura di Kherson

La guida allo shopping del Gruppo Gedi