Lavori alle superiori, la Provincia investe 1,5 milioni

Il quadro dei cantieri, alcuni al via dopo l’inizio delle lezioni. E Palazzo di Bagno è in attesa di ricevere altri 800mila euro

MANTOVA. Impianti di riscaldamento sostituiti, batterie di bagni rifatte e grandi lavori per mettere in sicurezza i soffitti di aule e palestre. È una somma di quasi un milione e quattrocentomila di euro quella investita dalla Provincia per sistemare una buona parte degli edifici scolastici di propria competenza (le superiori) in vista del nuovo anno scolastico. In realtà una parte di questi cantieri verrà aperta ad anno iniziato (il ritorno in classe sarà martedì), ma Palazzo di Bagno assicura che il tutto verrà fatto arrecando il minor disagio possibile all’attività didattica. D’altronde, sono lavori importanti.

«Innanzitutto abbiamo completato il rifacimento degli impianti di riscaldamento del liceo Belfiore e dell’Istituto Fermi - riferisce il consigliere provinciale delegato alla scuola, Francesca Zaltieri - era un intervento necessario e le due scuole non avranno problemi con l’arrivo della stagione autunnale. Stanno invece terminando i lavori per la sistemazione dei servizi igienici del liceo Classico Virgilio».


Ancora al Fermi e al limitrofo Ipsia Vinci entro la fine dell’anno dovrebbero iniziare dei lavori di riqualificazione degli ambienti. L’appalto, trecentomila euro, è ancora in corso.

Le cifre significative sono quelle ottenute da Palazzo di Bagno dallo Stato per la messa in sicurezza dei soffitti degli istituti. Nel corso del passato anno scolastico sono stati fatti interventi per 800mila euro. «Ma ne arriveranno altri 800mila (da aggiungere al milione e 400mila euro già stanziati e utilizzati, ndr) sempre nell’ambito di Scuole sicure entro breve tempo, o almeno speriamo - dice la Zaltieri – anche in questo caso si tratta di una somma destinata alla messa in sicurezza di soffitti e di adeguamenti secondo la normativa antisismica. Stiamo attendendo l’uscita del decreto attuativo».

Anche sul fronte delle scuole di primo ciclo della città si registrano diversi interventi compiuti nel corso dell’estate sull’edilizia scolastica (con competenza comunale). L’importo complessivo degli investimenti è di circa due milioni.

L’intervento più vistoso, per la verità, era iniziato addirittura in marzo: la completa riqualificazione della scuola elementare don Mazzolari di Valletta Valsecchi (sede del comprensivo 2). L’edificio, costruito nella metà degli anni 70, era vistosamente bisognoso di una manutenzione importante. I lavori (750mila euro) hanno interessato il cappotto esterno e l’illuminazione con l’inserimento di un impianto elettrico sia all’esterno che all’interno a led. Inseriti poi infissi a triplo vetro e rifatti i bagni. Tinteggiate le pareti esterne e i soffitti. L’attenzione ricade infine sul giardino che viene risagomato.

Non a caso la don Mazzolari è la scuola prescelta dal sindaco Mattia Palazzi per la consueta visita del primo giorno di scuola. Sarà l’occasione per inaugurare la nuova veste anche con un rinfresco. (nico)
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi