In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sei indagati a confronto con Belfanti

Il pm chiede un nuovo interrogatorio davanti al gip sulle testimonianze già rese alla Procura

1 minuto di lettura
La polizia alla ex concessionaria di Belfanti 

MANTOVA. Il pubblico ministero Alberto Sergi nell’ambito dell’indagine riguardante l’associazione a delinquere, finalizzata alle truffe su auto di grossa cilindrata e reati tributari che ha portato in carcere Piervittorio Belfanti, e che vede indagate altre diciassette persone, ha richiesto al giudice per le indagini preliminari un incidente probatorio. Vale a dire la possibilità di interrogare nuovamente sei persone già sotto inchiesta per i reati citati. Si confronteranno con lo stesso Belfanti. Quest’ultimo potrà scegliere se essere presente o meno all’udienza davanti al giudice. I sei indagati saranno sentiti, alla presenza dei loro avvocati, in ordine alle rivelazioni fatte proprio nei confronti del re dei ristoranti.

Si tratta di Gaetano De Rosa, Gianni Dondi, Paolo Ferri, e Marcello Vecchiolini ai quali è contestata l’associazione a delinquere. Ad essi si aggiungono Roberta Malavasi e Manuela Misino che invece sono accusate di trasferimento fraudolento di valori (quote di società)che avrebbe agevolato, secondo l’accusa, l’operato illegale di Belfanti.

Gaetano De Rosa di Reggio Emilia, già agli arresti domiciliari, attualmente ha l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Avrebbe messo a disposizione la società da lui amministrata e il proprio spazio espositivo di Bagnolo in Piano in provincia di Reggio Emilia, per smerciare circa venti auto in carico alla Formula Wagen con chilometraggio già ridotto. Gianni Dondi di Mantova ha invece l’obbligo di dimora.

Secondo l’accusa era amministratore di comodo della Formula auto. Paolo Ferri di Brescia, che amministrava le società con sede all’estero, attualmente ha l’obbligo di firma. La già citata Roberta Malavasi è invece indagata come prestanome. Con lei Manuela Misino, (l’ex compagna di Belfanti) e infine Marcello Vecchiolini, di Mantova, che era addetto alle vendite delle auto da parte della Formula Wagen srl. (gol)
 

I commenti dei lettori