Pd, Mantova cerca candidati. Spunta l’ipotesi Gazzoni

L’ex assessore potrebbe contendere il posto a Carra nelle elezioni regionali. L’Alto Mantovano spinge la Zaltieri per Milano. In dicembre consultazioni nei circoli

MANTOVA. Consultazione dei circoli su tutto il territorio provinciale tra il 10 e il 20 dicembre per individuare i candidati alle elezioni regionali e politiche. È l’indicazione (non ancora ufficiale) che il Pd lombardo è intenzionato a dare a tutte le federazioni provinciali per evitare che i nomi che gli elettori troveranno sotto il simbolo del partito sulle schede elettorali siano calati dall’alto. Non è ancora chiaro come avverrà la consultazione. Di certo non si parla di primarie. In ogni caso la novità è stata discussa dalla segreteria provinciale del partito.

I vertici e la base del Pd mantovano, naturalmente, sono consapevole che già circolano i primi nomi e addirittura le prime autocandidature per la Regione. Basta pensare che proprio mentre era in corso la seduta della segreteria provinciale del partito, a Castel Goffredo, nel corso della riunione del Comitato Gori (il candidato Pd e del centrosinistra per la presidenza della Regione) dell’Alto Mantovano, è stata espressa l’intenzione di indicare una candidata per le regionali: il consigliere provinciale con delega alla pubblica istruzione, Francesca Zaltieri.


Non si tratta di una proposta ufficiale del comitato. Non ancora. Ma alcune fonti riferiscono che da diversi membri del comitato la candidatura dell’asolana Zaltieri, già assessore regionale all’istruzione e renziana della prima ora, viene ritenuta quasi scontata. Un’autocandidatura ufficiale, avvenuta due mesi fa, è quella del sindaco di Pegognaga Dimitri Melli.

E il partito di città? I nomi di Melli e Zaltieri sono decisamente forti, ma sono entrambi espressioni di due zone della provincia: Alto e Basso Mantovano. La segreteria del partito di città, che ha avuto in passato esponenti di peso lanciati nelle sfide elettorali, non sembra in questo momento avere un nome forte e condiviso in modo unitario. C’è il consigliere regionale uscente Marco Carra in pista, ma c’è chi suggerisce un altro nome per Milano, quello di Mara Gazzoni, già assessore comunale ai tempi del sindaco Brioni (una parte del mandato) e di origini socialiste.

Anche se non ufficiale, l’ipotesi di una sua candidatura della sembra avere già dei sostenitori pronti a muoversi. Tutti esponenti che saranno presenti martedì al tour in sei comuni del Basso Mantovano dello stesso Gori. Dopodomani sarà invece alle 10.30 a Palazzo Soardi in città Piero Fassino che presenterà il suo libro dedicato a storia e prospettive del Pd. Lo intervisterà il direttore della Gazzetta di Mantova, Paolo Boldrini.


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ponte di San Benedetto Po: lo stato dei lavori in agosto, visto dal drone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi