Ztl in via Calvi: sancita la pace tra sindaco di Mantova e commercianti

Gola: «Il Comune ha fatto un passo indietro». Confesercenti: «Ora tempi certi per le prossime azioni»

MANTOVA. Alla fine il sereno è tornato. Confcommercio e Confesercenti da una parte e Comune dall’altra hanno trovato l’accordo sulla Ztl in via Calvi. Gli impegni che si è presa l’Amministrazione per ricucire lo strappo sono stati messi nero su bianco in due pagine dattiloscritte, vergate in serata da tutti i protagonisti. «La pace è stata fatta» dice soddisfatto, e con il sorriso, il sindaco Mattia Palazzi.

Più seriosi i commercianti, che non nascondono qualche malcontento. «L’amministrazione ha fatto un passo indietro sulla tempistica della Ztl» osserva il presidente di Confcommercio Stefano Gola che, per quanto riguarda il rincaro della sosta, si limita ad un laconico «ne prendiamo atto, vedremo se i risultati sulla rotazione saranno quelli annunciati». «Io - prosegue - non mi stancherò mai di dire che la parola chiave è comunicazione: la gente deve sapere come muoversi in città e, quindi, è necessario comunicare per tempo che può avere posti auto gratis e serviti da bus navetta. La città si migliora passo per passo, ma solo se la gente sa le cose. I pannelli vanno in questa direzione. Quindi, sia noi che il sindaco abbiamo capito che ci vuole tempo per preparare le persone al cambiamento».



Confesercenti «resta contraria all’ampliamento della Ztl» e chiede «più parcheggi vicino al centro». Apprezza, però, che il sindaco «abbia cambiato modalità di lavoro prevedendo una maggiore concertazione con le associazioni di categoria. Auspichiamo, quindi, che ora si prosegua con questo metodo, portando avanti un confronto che sarebbe utile, però, solo se si basasse su un piano complessivo e a lungo termine e non su singoli interventi isolati». L’associazione «non ritiene corretto aumentare il costo dei parcheggi intorno al centro e lasciare invariati quelli per i residenti, che oggi pagano 80 euro, probabilmente il costo più basso in Italia, con la possibilità di parcheggiare in tutte le strisce blu della città, non permettendo così la rotazione e la mobilità».

Tra gli elementi positivi per Confesercenti c’è senz’altro l’ottenimento del «posticipo di 6-7 mesi della nuova Ztl» e di una «serie di misure di compensazione». Tra queste i commercianti ritengono fondamentali la predisposizione di un sistema di segnaletica capillare e moderno che indichi i principali parcheggi, la ristrutturazione funzionale di piazzale Montelungo, l’introduzione di un nuovo bus navetta che dal campo canoa servirà via Calvi, la verifica dell’ex area Tea per un’eventuale trasformazione in parcheggio e l’investimento in un piano di comunicazione per pubblicizzare le navette e la nuova accessibilità al centro, «oltre all’introduzione nel parcheggio Anconetta di strisce blu che permettano una maggiore rotazione rispetto all’attuale». Bene anche la riqualificazione delle nuove vie in Ztl, ma serve « presentare in anticipo il piano cronologico delle azioni». (Sa.Mor.)
 

Video del giorno

Viareggio, l'irruzione dei Nocs nella casa dell'uomo armato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi