In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Sala piena e applausi per il sindaco anti-mafia

Ospite della serata l’ex sindaco del comune di Rizziconi (Reggio Calabria) Antonino Bartuccio, primo cittadino deposto dalla cosca mafiosa dei Crea

1 minuto di lettura

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Pubblico delle grandi occasioni in sala consiliare a Castiglione delle Stiviere per la serata organizzata e promossa dal comando dei Carabinieri e coordinato dal colonnello Fabio Federici del comando di Mantova, nell’ambito del progetto “Ascolta - ascoltiamo”. Ospite della serata l’ex sindaco del comune di Rizziconi (Reggio Calabria) Antonino Bartuccio, primo cittadino deposto dalla cosca mafiosa dei Crea.

Bartuccio vive sotto scorta dal 2014, da quando cioè ha denunciato e fatto arrestare gli esponenti della famiglia ’ndranghetista che, come emerso dall’operazione “Deus”, hanno per anni deciso chi doveva svolgere il ruolo di amministratore comunale a Rizziconi. A fare gli onori di casa il sindaco Enrico Volpi, il comandante della compagnia carabinieri di Castiglione, Simone Toni, e Antonio Di Nuzzo, oltre agli assessori e alle forze di polizia locale. La sala consigliare è gremita e tutti i posti sono occupati.

Applausi per il sindaco anti-mafia



Il silenzio caratterizza l’intervento di Bartuccio, che ricorda, in due passaggi toccanti, di aver deciso di denunciare i fatti di cui era a conoscenza perché non poteva accettare di vivere in un paese dove la criminalità organizzata metteva in pericolo il futuro dei propri figli.

Allo stesso tempo Bartuccio ha spronato i presenti a non dimenticare mai che un territorio deve essere controllato da tutti, non solo dalle forze dell'ordine. I cittadini devo essere attivi e partecipi, e aiutare le forze dell'ordine nel segnalare anomalie.

Non solo, per Bartuccio è altrettanto importante ricordarsi «che la mafia è vicina a noi e dobbiamo stare vigili perché ormai le infiltrazioni sono ovunque». Un lungo applauso ha salutato la fine del discorso e il via degli interventi da parte del pubblico tra i quali quelli di Franco Tiana (Sinistra Italiana) e Mario Beschi (delegato di Confindustria). (l.c.)
 

I commenti dei lettori