Nuova emergenza al centro Caritas: i clochard domestici

Tre i casi seguiti: persone giovani e anziane che si chiudono in casa e non vogliono più interagire con il mondo

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Pomeriggio di festa, il 20 dicembre, al centro d’ascolto Marta Tana (la Caritas) di Castiglione delle Stiviere. Un pomeriggio di magia a beneficio di bambini e una merenda terminata con il dono di un libro. «Ci avviciniamo al Natale – spiegano Carlo Ginelli e Antonio d’Agostini – e questo è uno dei momenti di aggregazione. Sabato ci sarà il tradizionale pranzo offerto dai ristoratori di Castiglione». L’Hostaria Viola preparerà gli antipasti, il ristorante Santa Maria i primi, l’Osteria da Pietro i secondi, la Viennoiserie Gian il dolce e la gelateria Passaparola il gelato.

«Ciò che ci preme far conoscere – dicono Ginelli e d’Agostini – sono le nostre modalità di sostegno. La Caritas oggi non è più solo elemosina e aiuto immediato. Lo è ancora per certi versi, ma il nostro centro lavora sull’ascolto come prima fase, per poi passare a una serie di azioni che vanno dall’aiuto, con il tradizionale pacco, all’adozione di vicinato, una pratica che vede famiglie impegnate ad aiutare chi è in un momento di fragilità per alcune spese, dal buono alimentare, che consente alle persone di andare nei negozi di Castiglione per fare la spesa, ai vestiti». Marta Tana, dunque, punta a ridare dignità alle persone che vivono una situazione di fragilità, «ecco perché gli oltre 60 volontari che collaborano ogni giorno qui accolgono e danno ascolto in media a 20 persone in cerca d’aiuto».


Cresce la percentuale di italiani in difficoltà, «oggi pari al 35% del totale, ma se non fossimo in centro siamo convinti che sarebbero di più. Ogni giorno diamo 12 pasti nella nostra mensa, 11 persone sono italiane, una sola è straniera».

Con i pacchi alimentari Marta Tana arriva ad aiutare 130 famiglie, per circa 350 persone in media. Con la distribuzione dei vestiti si arriva anche a 550. «Stiamo inoltre affrontando una nuova emergenza, quella del clochard domestico, abbiamo già tre casi che stiamo seguendo; persone sole che si chiudono in casa e non vogliono più interagire con il mondo. Sono giovani e anziani. Anche in questo caso il nostro intervento mira a ridare fiducia e a far rinascere la dignità».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché il Rio sa di freschìn?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi