Bacio e zaino in spalla: a scuola a piedi protetti da smog e auto

Debutta a Mantova il "Kiss and ride". Si parte con l'elementare Nievo: bimbi a bordo fino a via Po, poi ci pensa il pedibus in via Sauro con gli alunni presi in consegna da personale Aster. Lettera del Comune alle famiglie: risparmierete tempo e code. Il via il 15 gennaio

MANTOVA. Si legge kiss and ride e si traduce con bacio veloce alla mamma al volante e gambe (con annesso zaino) in spalla. Aree di fermata veloce per far scendere i piccoli dall’auto e affidarli a un servizio pedibus che li accompagni a scuola in sicurezza. Dice l’assessore alla viabilità Iacopo Rebecchi che quello che partirà il 15 gennaio per gli alunni della scuola elementare Nievo sarà per il Comune una sorta di “caso scuola”, un prototipo da esportare in altri istituti dove le ztl a tempo, come quelle attivate per le scuole Martiri e Pomponazzo, risultano impraticabili o controproducenti.

«Vogliamo rendere più sicuri e accessibili gli ingressi nelle scuole per i bambini - spiega Rebecchi - siamo partiti da via Nazario Sauro, in quanto si tratta di una via che al mattino è molto trafficata e pericolosa da percorrere a piedi o in bicicletta, a causa del marciapiede molto stretto, sul quale per di più gli automobilisti avevano l'abitudine di parcheggiare, costringendo i pedoni ad affrontare il rischio di spostarsi in mezzo alla carreggiata. Abbiamo creato un percorso protetto, sostanzialmente raddoppiando lo spazio percorribile a piedi da bambini e genitori. In contemporanea vogliamo andare anche incontro alle esigenze dei genitori che sono comunque costretti ad arrivare in auto».

La zona è stata oggetto nel corso del mese di maggio di un focus specifico da parte dei tecnici incaricati di studiare il Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). Obiettivo: far fronte all’eccessivo numero di veicoli che tutti i giorni si riversa attorno alle scuole Nievo e Sacchi. Raccolti i dati su flussi di auto, numero di bambini scaricati e provenienze «hanno simulato al computer - racconta l’assessore - una Ztl a tempo di 15 minuti giungendo alla conclusione che avrebbe avuto conseguenze pesantemente negative sulle vie vicine».

Davanti alla previsione di un incremento del 500% di traffico su via Vittorino da Feltre, via Dugoni e via Chiassi «l’unica soluzione per venire incontro alle tante istanze dei genitori che hanno anche raccolto centinaia di firme», ma anche di quelli impossibilitati a raggiungere le scuole in bicicletta o a piedi, «è stata pertanto quella di un percorso protetto abbinato al kiss and ride».

In via Po (perpendicolare a viale Isonzo e viale Risorgimento) è stata predisposta un’area dotata di appositi stalli dove poter parcheggiare e affidare i bambini ad ausiliari incaricati da Aster che li accompagneranno a scuola lungo il percorso di via Sauro, ora protetto da archetti divisori.

«Ci saranno due incaricati di Aster a prelevare i bambini in via Po - aggiunge l’assessore alla mobilità Paola Nobis - per un percorso a piedi della durata di sei minuti in totale sicurezza, diretto a entrambi gli ingressi della scuola Nievo». «Siamo consapevoli che nelle prime settimane questi cambiamenti determineranno delle modifiche alle abitudini per alcuni genitori e non tutti gradiranno la nostra iniziativa - conclude Rebecchi - ma siamo fortemente convinti che per migliorare la sicurezza e l’accessibilità alle scuole sia necessario trovare soluzioni innovative e virtuose che con il tempo saranno sicuramente apprezzate da tutti così come è avvenuto con le Ztl a tempo».

E se qualche residente storce il naso per la perdita di una manciata di posti auto, la dirigente del Comprensivo Antonella Daoglio plaude all’iniziativa: «Tutto ciò che migliora la viabilità e la sicurezza dei bambini diretti a scuola non può che essere accolto con favore. È un buon inizio in un’ottica anche di responsabilizzazione delle famiglie, della scuola e degli enti locali».

Durante la prima settimana di rientro postnatalizio sui banchi, verrà distribuita ai genitori una lettera con la spiegazione della modalità del “kiss and ride”, che a partire dal15 sarà attivo dalle 7.30 alle 7.50 dal lunedì al venerdì, e con l’invito a usufruire di un servizio che «vii consentirà di risparmiare tempo e code regalando ai vostri figli un arrivo a scuola salutare e un po’ più di respiro alla città».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi