Incidente dello scuolabus a Ospitaletto: i genitori hanno assistito in diretta

Le testimonianze: «Aspettavamo alla fermata, abbiamo visto l’autobus sparire. Poi le ambulanze»

CASTELLUCCHIO (Ospitaletto). Attendevano figli e nipoti come ogni giorno alla fermata di Ospitaletto. I familiari degli alunni coinvolti nell’incidente del pullman hanno visto praticamente in diretta l’autobus finire nel fosso. Sulle prime non hanno fatto caso, perché dietro al mezzo utilizzato dall’Apam per il trasporto scolastico ce n’era un altro, quello di linea Castellucchio-Ospitaletto.

È stato quest’ultimo a mettere le quattro frecce e fermarsi per prestare i primi soccorsi. E così hanno fatto altri automobilisti che passavano in quel momento per la provinciale Cremonese. L’assembramento di mezzi ha insospettito i genitori. «L’autobus non arrivava e si vedevano tante auto ferme – dice una mamma – Abbiamo capito subito che era successo qualcosa».

Qualcuno prende la macchina per andare a vedere. Nel frattempo arrivano le ambulanze a sirene spiegate a confermare che qualcosa doveva essere successo. «È stato un tuffo al cuore quando abbiamo visto l’autobus. Per fortuna – prosegue un papà – i miei figli hanno solo alcune escoriazioni alla faccia e delle botte alla schiena». «Sul bus c’era mia nipote – dice una signora – mi viene un brivido a pensare cosa poteva succedere se finivano contro il muretto. Si sono fermati solo un metro prima».

Mantova: pullman di studenti nel fosso a Ospitaletto, i soccorsi e le parole dei testimoni



Anche sull’autobus che seguiva c’erano ragazzini che a fine delle lezioni utilizzano il mezzo pubblico e che sono stati riaccompagnati a casa dai genitori. «L’autobus è finito nel fosso – dice un bimbo – ci siamo accorti perché le piante del fosso si sono aperte. Poi ci siamo fermati».

Scuolabus fuori strada, la testimone: "Si è rovesciato da solo"


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi