Il Comune virtuale dialoga con i cittadini: Pegognaga fa da test

Per tre mesi una piattaforma gestirà le informazioni.Meteo, traffico, segnalazioni: tutto in rete e in tempo reale

PEGOGNAGA. La città di Pegognaga è stata individuata, unica in Italia, per sperimentare un nuovo modo di dialogo fra cittadini e pubblica amministrazione. La “piattaforma” digitale Wise Town (“saggio” in inglese) creata dalla start up Team Dev di Perugia permetterà di creare una sorta di duplicato virtuale della realtà nella quale confluiranno sia le informazioni di base, dal meteo, all’inquinamento, al traffico provenienti da fonti pubbliche; sia quelle che forniranno i cittadini come i guasti, i problemi nei servizi, gli incidenti ecc. Il tutto sarà gestito da un sistema intelligente che oltre a smistare le eventuali pratiche e richieste digitali, permetterà di predire le possibili soluzioni. La sperimentazione avverrà parallelamente anche oltre oceano, nella città statunitense di Independence (stato dell’Oregon) una sorta di gemella di Pegognaga scelta per le sue caratteristiche del tutto simili alla cittadina mantovana. La sperimentazione partirà nei prossimi mesi e durerà 90 giorni. La prima fase prevederà corsi per insegnare ai dipendenti comunali a interagire con il nuovo strumento digitale. Sul portale, accessibile sia da casa con un Pc, sia in mobilità con smartphone o tablet, saranno caricati i dati relativi alla situazione raccolta da sensori dislocati nel Comune (ad esempio capannina meteo, rilevatore di polveri), ma anche telecamere di monitoraggio del traffico.

Sarà così possibile sapere in anticipo, da casa, la situazione reale che si troverà uscendo in auto o in bici. La piattaforma gestirà anche le telecamere di sicurezza (le cui immagini non saranno accessibili ai cittadini, ma alla polizia locale) e le singole segnalazioni che i cittadini potranno fornire, come una sorta di Facebook comunale utilizzando diversi canali: da un’app dedicata, al portale internet, ma anche Twitter o Messenger di Facebook. Si potranno fare segnalazioni scritte, vocali, o inviare foto. Il computer gestirà queste informazioni che saranno georeferenziate, ovvero individuate sulla mappa comunale, per metterle in correlazione fra loro.


«Faccio un esempio – spiega il promotore dell’iniziativa, Andrea Cruciani – se arrivano anche da persone diverse segnalazioni di una panchina divelta e di un cassonetto bruciato di notte, il computer individua l’area e formula l’ipotesi di vandalismo: controlla le eventuali telecamere e avverte la Polizia locale, velocizzando i tempi. Se ad esempio in una via manca l’acqua e arrivano più segnalazioni, avverte l’operatore e poi tiene informato i residenti di cosa accadde in tempo reale, sino alla risoluzione del problema».

«Un’opportunità in più offerta a noi e Motteggiana – spiega il sindaco di Pegognaga Dimitri Melli – che si affiancherà ai normali canali esistenti ed al dialogo diretto con i cittadini, che resta insostituibile per molti problemi mentre la velocità che offre il portale può aiutare a sbrigare tante pratiche in tempi ridotti».
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi