Tombino nella vetrata, saccheggiate le slot

Suzzara. Ladri a segno all’Ora Caffè di Tabellano: bottino di novemila euro. Forse sopralluogo il giorno prima con la scusa di un caffè e una puntata

SUZZARA (Tabellano). Spaccata, ieri notte, al “Ora Caffè” di Wu Fanghin in strada Nazionale, 65/b a Tabellano (ex bar Motta). Ignoti, dopo aver sfondato con un tombino di ghisa il cristallo della porta d’ingresso della sala slot, si sono impadroniti del cambiamonete e di un videogioco.

Stando ad una prima stima del proprietario, che ha subito chiamato la società che fornisce le macchinette, il bottino è di circa 9mila euro.


A scoprire il furto è stato il commesso, che ieri mattina poco dopo le 5 si è recato ad aprire il locale e si è trovato di fronte ad una devastazione totale.

I malviventi avevano prima tentato di entrare dall'ingresso principale, poi con la forza hanno rotto la porta laterale che dà sul parcheggio interno poi hanno infranto il vetro della seconda porta di accesso alla sala slot.

Una volta entrati nel locale hanno trascinato fuori una macchinetta e il cambiamonete mentre le altre due sono cadute a terra.

Dentro la sala slot c’erano disordine e vetri dappertutto. Il furto è stato denunciato ai carabinieri di Suzzara.

Il proprietario sospetta che i malviventi avessero fatto un sopralluogo durante il giorno, con la scusa di un caffè e di una giocata ai videogiochi.

«Ieri sono venuti due clienti dentro il locale – ha detto il giovane barista di famiglia cinese ma che parla perfettamente l’italiano – Hanno ordinato un caffè al banco e si sono fatti scambiare una banconota da 5 euro. Poco più tardi sono andati nella saletta dove si trovano le slot e là sono rimasti venti minuti. Tra me e me mi sono detto: se dovevano giocare alle slot con il resto che gli avevo dato del caffè pagato al banco, avrebbero dovuto finire presto. Quando sono andato a controllare, stavano uscendo per andare via. Mi ricordo che erano due uomini dalla carnagione scura».

Forse i due uomini sono andati nel locale con la scusa di fare un sopralluogo per verificare sistemi di allarme e telecamere di videosorveglianza. Sicuramente il cambiamonete e la slot verranno ritrovati sventrati in qualche zona isolata di campagna, o nella golena del Po o in qualche area industriale.

I furti di videogiochi ormai sono all’ordine del giorno. Per i ladri rappresentano bottino facile e sicuro: le macchinette non vengono svuotate tutti i giorni, e comunque se il denaro viene tolto dalle slot, un po’ di spiccioli vengono sempre lasciati nei cambiamonete.

Basta essere veloci e avere un mezzo capiente su cui caricare le slot e il gioco è fatto.

Mauro Pinotti

Video del giorno

Maltempo in Sicilia, in arrivo il "Medicane": attesi nubifragi e venti fino a 100 km/h

La guida allo shopping del Gruppo Gedi