In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I soci Sanithad: «Servizi garantiti»

Case di riposo Aspef, la coop respinge le accuse della Cisl sui carichi di lavoro

1 minuto di lettura

MANTOVA. Dopo le lamentele per i carichi di lavoro delle ausiliarie della cooperativa Sanithad che lavorano all’interno delle case di riposo Isabella d’Este e Luigi Bianchi, vertenza sostenuta dalla Fisascat Cisl, e la presa di distanza di Cgil e Uil, che hanno smentito lo stato di agitazione, in queste ore intervengono anche i soci della cooperativa sociale, che senza mezzi termini parlano di «infondatezza della protesta».

«Noi soci operatori della Sanithad impegnati sull’appalto in questione – si legge in una nota – non neghiamo che il lavoro di assistenza sia impegnativo e nemmeno che non siano presenti problematiche da affinare, tuttavia ci dissociamo dall’insinuazione di tempi cronometrati per la cura e l’igiene degli ospiti ai quali viene dedicato il tempo necessario in base ai singoli bisogni di ognuno. Nonostante il carico assistenziale sia intenso, a Sanithad preme sottolineare che in ogni situazione vengono rispettati gli standard regionali che danno precise indicazioni rispetto al rapporto numero operatori/numero ospiti. Inoltre Sanithad precisa che il numero di operatori socio-sanitari impiegati nell’appalto in questione è congruo rispetto alle esigenze di organico: non si tratta infatti di 50 unità, bensì di 70».

Giorni fa la Cisl aveva criticato la tempistica dell’assistenza, ovvero quei «12 minuti per occuparsi ogni mattina dell’igiene personale di un anziano non autonomo». «L’articolo uscito, con un tempismo perfetto a pochi giorni dalla pubblicazione del nuovo bando di gara – prosegue la nota firmata “I soci della cooperativa Sanithad servizi sociali” – lede l’immagine della Sanithad, del lavoro di ogni singolo operatore impegnato su questo appalto e mette in discussione la nostra credibilità nei confronti del committente Aspef con il quale collaboriamo dal 2003, degli utenti e dei loro famigliari oltre che di tutti i nostri clienti, utenti e familiari nel territorio mantovano e non. Sanithad è una Cooperativa sociale, senza scopo di lucro che garantisce il lavoro a oltre 300 persone di cui il 90% donne alle quali ha da sempre assicurato le relative competenze economiche con puntualità e correttezza, la conciliazione dei tempi di lavoro-famiglia e che pertanto rappresenta una risorsa importante nell’economia del territorio mantovano nell’ambito dei servizi alla persona».


 

I commenti dei lettori