Il Burian costa caro ai coltivatori in serra

Il freddo portato da “Burian" sta facendo lievitare i costi di riscaldamento delle serre, aumento che influirà sui bilanci dei florovivaisti e dei coltivatori di orticole in serre

MANTOVA. Il freddo portato da “Burian" sta facendo lievitare i costi di riscaldamento delle serre. Un aumento che influirà sui bilanci dei florovivaisti e dei coltivatori di orticole in serre, costretti in questi giorni a tenere gli impianti al massimo per evitare che le piante soffrano dello sbalzo delle temperature.

«Stiamo tenendo acceso giorno e notte – spiega Massimiliano Bustaffa, presidente della sezione provinciale florovivaisti di Confagricoltura Mantova – e certamente i costi in questo periodo stanno lievitando». L’ondata di freddo, anche se in ritardo di un mese rispetto alla normalità, non sta causando, però, grossi danni: «Le piante non ne stanno risentendo – prosegue Bustaffa –. Per qualche sera in cui la temperatura scende sotto lo zero non succede nulla, dato che le gemmature non sono ancora in fase avanzata. Tutto questo, però, per chi è stato accorto e si è organizzato. Chi non lo è stato potrebbe avere dei danni».



Nessuna segnalazione di particolari problemi, invece, per le principali colture in campo, che sono ancora a uno stadio vegetativo troppo immaturo per poter risentire delle conseguenze del gelo. Lo scorso anno le gelate causarono gravi danni all’agricoltura mantovana, ma arrivarono ad aprile, con le colture già in uno stadio più avanzato: «La situazione ora è diversa – spiega l’ufficio tecnico di Confagricoltura Mantova – perché sia frumento che orzo sono a uno stadio vegetativo ancora di quiescenza. Anche frutteti e vigneti non risentiranno del calo delle temperature, almeno qui da noi. In altre zone del centro-sud la situazione è ovviamente diversa». Le previsioni però non inducono all’ottimismo: «Arriverà ancora freddo, e se questa situazione dovesse perdurare a marzo potrebbero esserci problemi con le gemme e le piante da frutto».
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi