Le imposte non cambiano, ma a Sabbioneta è scontro sul bilancio

Imposte comunali, bilanci, De.co e trivelle. Sono gli argomenti trattati in consiglio comunale a Sabbioneta, dove si sono registrate non poche scintille tra maggioranza e minoranze

SABBIONETA. Imposte comunali, bilanci, De.co e trivelle. Sono gli argomenti trattati in consiglio comunale a Sabbioneta, dove si sono registrate non poche scintille tra maggioranza e minoranze. In ordine alle imposte di competenza comunale (Imu, Irpef, Tasi e Tassa rifiuti) l’amministrazione comunale ha confermato gli importi dell’anno precedente. «Da quando ci siano insediati – ha affermato il sindaco Aldo Vincenzi – le imposte non sono state aumentate e di questo siamo soddisfatti». «Tante parole – ha replicato il consigliere di minoranza Luca Serini – ma anche quest’anno nessuna riduzione di costi per i cittadini, nonostante siano diminuiti i servizi offerti».

Ma è stata la discussione sul bilancio di previsione ad accendere gli animi con Serini e Alessandria che hanno pressato l’assessore Balestrieri per chiedere delucidazioni sui conti. «Non è possibile conoscere tutte le voci di bilancio» ha glissato Balestieri. «Balestrieri – hanno replicato Serini e Alessandria – non sa dare risposte ma un assessore deve conoscere il bilancio che presenta e non può delegare ad altri. Il sindaco col suo modo di fare conferma che non ci considera e nessun consigliere sa rispondere perché nessuno ha letto il bilancio».


Nominata la commissione per l’assegnazione della De.co, la Denominazione di origine comunale, ai prodotti sabbionetani: è composta dal sindaco, dal presidente della Pro loco Massimo Gualerzi, dalla sommelier Veronica Romanini, da Paola Beduschi, Galeazzo Bocchi e Claudio Bacilieri. Infine su interrogazione della lista ‘Sabbioneta Protagonista’, Vincenzi ha rassicurato circa l’ipotesi di trivellazione del territorio comunale: il ministero dello sviluppo economico ha comunicato che nessuna decisione sarà presa contro la volontà dei Comuni.(Roberto Marchini)


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi