La giunta Fontana delude le imprese: «Un assessore ci serviva»

Confartigianato: «È un problema». Confcommercio: «Contiamo sempre meno».  Confindustria timida, Confagricoltura ottimista: «C’è fiducia nel presidente»

MANTOVA. Delusione e amarezza. È ciò che esprimono le categorie economiche dopo che la loro richiesta di avere un mantovano nella nuova giunta regionale di Fontana è andata disattesa. Tra di loro, però, c’è chi giudica il no all’assessore territoriale una sciagura e chi, invece, già se ne è fatto una ragione e guarda al futuro con ottimismo.

«È un peccato e un grave problema per la nostra economia locale essere stati esclusi dalla giunta» afferma senza mezzi termini Lorenzo Capelli, presidente di Confartigianato. «Avevamo sollecitato Fontana a più riprese a darci un assessore, e su 16 avrebbe potuto farlo. Il problema è grosso visto che ci viene a mancare il punto di riferimento - insiste - e andrà affrontato al più presto tutti insieme a livello di organizzazioni» Capelli si riferisce a quelle che avevano firmato la lettera al neo governatore subito dopo l’elezione per perorare la presenza di un mantovano tra i suoi assessori, e cioè con Confartigianato, Cna, Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Api e Confai.



Sul fronte agricolo ci si sente orfani dell’assessore leghista Fava, ma l’elaborazione del lutto è già a buon punto: «È un segnale di distanza da Mantova, tagliata fuori da tutto» osserva dal canto suo Paolo Carra, presidente di Coldiretti. Che tenta di consolarsi ricordando che «questo è avvenuto anche in passato». Tuttavia, «non avere un riferimento a Milano è problematico. Comunque, si va avanti: se le persone sono competenti, avranno certamente attenzione anche per il nostro territorio».

«Mi dispiace» fa eco il numero uno di Confagricoltura Matteo Lasagna che, tuttavia, dice di «avere fiducia nel fatto che il governatore Fontana avrà a cuore il Mantovano. Con noi - rivela - ha già iniziato un dialogo molto costruttivo e riusciremo, con lui, a portare avanti le nostre istanze. So che la nuova giunta, sull’agricoltura, ha intenzione di partire dal lavoro svolto finora e di migliorarlo». Alberto Marenghi, numero uno di Confindustria Mantova, è realista: «Prendiamo atto della decisione del nuovo governatore Fontana di escludere la nostra provincia dalla giunta regionale. Avere un mantovano in giunta avrebbe agevolato i rapporti e le informazioni». Conclude, però, con un auspicio: «Mi auguro che Fontana dedichi comunque attenzione e risorse alla nostra provincia come fece il suo predecessore Maroni».

«Mantova conta sempre meno» riflette ad alta voce Ercole Montanari, numero uno di Confcommercio. Che aggiunge: «Non avere un assessore è un handicap notevole e va ricordato che la vecchia giunta con dentro Fava e la Baroni in consiglio aveva ottenuto grossi risultati. Poi, per beghe politiche non è più stato possibile avere dei nostri punti di riferimento diretti...». E anche lui ha una rivelazione da fare: «Abbiamo mandato diversi solleciti a Fontana, io l’ho anche interpellato direttamente. Vediamo se alla fine darà qualche altro incarico importante ai mantovani». Risponde, invece, freddamente il direttore di Confesercenti Davide Cornacchia: «Prendiamo atto di una decisione politica». Salvo poi precisare: «Confidiamo che i consiglieri eletti a Mantova sappiano portare avanti le istanze delle imprese del territorio e rappresentarle all’attenzione del governo regionale».

Ieri, intanto, a Palazzo Lombardia è cominciata l’era Fontana. A dare il via alla nuova amministrazione lo scambio di consegne col governatore uscente Maroni. Subito dopo il neo presidente è salito nel suo ufficio al 35 ° piano per le ultime limature alla giunta che presenterà domani pomeriggio. Esclusa la presenza di un assessore mantovano, l'accordo raggiunto nel centrodestra è per 16 assessori più 4 sottosegretari: 7 alla Lega, 5 a FI, 2 a FdI e uno a testa per Lista Fontana e NcI. Manca, però, ancora la quadra su alcune deleghe a FI, mentre è in bilico il ripescaggio di Raffaele Cattaneo alla mobilità.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Operazione bomba sul Po: l'evacuazione questa mattina a Motteggiana e Borgoforte

La guida allo shopping del Gruppo Gedi