San Barnaba, ragazzi derubati in oratorio

Stavano partecipando a un incontro preparatorio per la Pasqua: qualcuno svuota giubbotti e zaini

MANTOVA. Stavano partecipando a un incontro preparatorio per la Pasqua in oratorio, un’occasione lieta e serena. Non sapevano che nel frattempo qualcuno stava rovistando nei loro giubbotti appoggiati in una stanza vicina per rubare tutto quello che ci stava dentro, soldi contanti, portafogli, documenti. È la disavventura capitata a un gruppo di adolescenti, ieri mattina, nella parrocchia di San Barnaba.

Ragazzi, insomma, che con la coordinatrice del gruppo, poco più che ventenne, stavano trascorrendo la mattina a confrontarsi sulla storia della festività religiosa. Avevano tutti appoggiato i giubbotti, le borse e gli zainetti in una delle stanze dell’oratorio della chiesa di piazza Bazzani. Si sono fidati, come è normale che sia. A mettere in allarme il gruppetto, una decina di giovani, è stato un sms arrivato sul cellulare di un presente: la banca lo avvisava che era appena stata utilizzata la carta di credito.

È stato sufficiente spostarsi di poche decine di metri per scoprire che qualcuno era entrato nella stanza (l’oratorio come la chiesa è giustamente aperto a tutti) e si era impossessato di contanti e portafogli, documenti compresi. Bottino non calcolato, ma di certo modesto visto che si parla di 16-17enni. Sono stati avvertiti i carabinieri.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi