Sostituiti i tigli della memoria in viale della Stazione

Ventidue gli alberi piantati in ricordo dei caduti della Grande Guerra

CASTEL D’ARIO. Sono 22 i tigli messi a dimora lungo il viale della Rimembranza, conosciuto anche come viale della Stazione, in sostituzione di altrettanti vecchi esemplari che, ammalorati e rappresentando un pericolo, sono stati abbattuti.

Infatti lungo il viale, alla domenica, si tiene il mercato settimanale, frequentatissimo, per cui si era reso necessario un intervento di messa in sicurezza. Il lungo viale che dal Monumento ai Caduti conduce alla stazione nel 1924 fu denominato “viale della Rimembranza” per ricordare i caduti della Grande Guerra.

In quell’anno, su iniziativa dell’allora ministro della Pubblica Istruzione, i 94 platani che affiancavano la strada furono sostituiti da 64 tigli, tanti quanti erano i caduti casteldariesi e su ogni pianta venne affissa una targhetta riportante i dati del militare morto in guerra. «Le targhette – osserva il sindaco Daniela Castro - sono andate perse nel tempo, ma i tigli che profumano il viale fanno parte della storia e della memoria del paese: conservarli e tutelarli è importante sia per non dimenticare i nostri caduti che per trasmettere il loro ricordo alle future generazioni”. (l.f.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi