Le piccole suore pronte all’addio

Domenica messa per don Primo con Napolioni e il vescovo di Milano

BOZZOLO. La comunità di Bozzolo si prepara a vivere due avvenimenti importanti domenica: il saluto alle Piccole suore della Sacra Famiglia e la venuta dell’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini.

Ieri nella chiesa parrocchiale gremita, presente anche il sindaco Giuseppe Torchio, la vicaria generale della congregazione suor Graziella Franchini (la madre generale è in visita alle missioni africane) ha annunciato ufficialmente il ritiro delle suore della casa di riposo di Bozzolo Domus Pasotelli Romani. Le prime suore presero possesso del palazzo Pasotelli negli anni Settanta del secolo scorso, quando ancora l’istituzione doveva sorgere. Le ultime sono la superiora suor Erminia Maria Senigaglia, suor Nunzia Alba Birollo, suor Anna Lucia Ballini, suor Andreina Bonomi presenti alla cerimonia con la superiora Regionale suor Simona Pigozzi.


Tanta la commozione e le lacrime alle parole di suor Franchini, chiuse da un grande applauso liberatorio. La Madre ha parlato dei sentimenti di turbamento che si provano in questa fase di passaggio in cui però devono prevalere i sentimenti di fiducia che nascono dalla stessa liturgia pasquale di questo periodo. Ha ricordato come le suore abbiano svolto il loro compito fin quando le forze lo hanno permesso e che ora passavano il testimone ad una organizzazione del laicato cattolico con la missione «di farsi accanto alle persone che si trovano nella stagione fragile e ricca della vita». È stato il completamento del passaggio di gestione della Domus, avviato nel 2015, alla Fondazione Opera Immacolata Concezione di Padova presente alla cerimonia col direttore generale Fabio Toso, il direttore della Domus Antonino Pettina e la direttrice Emanuela Bolamperti.

La proprietà per volontà testamentaria dei nobili Luigi Pasotelli e Gisella Romani rimane comunque alle suore. Hanno fatto eco le parole del parroco don Luigi Pisani che ha invitato tutti a stringersi attorno alla Domus. Ha ricordato con rammarico come alla venuta della congregazione a Bozzolo c’erano anche le suore di San Vincenzo all’Ospedale e quelle di Maria Bambina che rimangono. Proprio in riferimento a queste ultime, spera nell’invio di qualche altra suora giovane per occuparsi anche della presenza religiosa alla Domus.

Don Pisani ha ricordato i due avvenimenti previsti domenica. Alle 10.30 la messa di saluto alle suore seguite dal corteo alla Domus per un buffet accompagnati dalla banda Santa Cecilia. Alle 17 nella parrocchiale l’arcivescovo di Milano Mario Delpini, presiederà la messa nel 59esimo anniversario della morte di don Primo Mazzolari avvenuta il 12 aprile 1959. Concelebreranno il vescovo di Cremona, Antonio Napolioni, i sacerdoti di Bozzolo e della zona.(Attilio Pedretti)
 

Video del giorno

Metropolis/13, Folli: "Se fossi Salvini ci penserei due volte a candidare Casellati"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi