Informatica agli anziani, i corsi dureranno tre anni

Un corso di informatica rivolto ai pensionati per imparare l’uso di smartphone e personal computer, con lezioni impartite da un professore coadiuvato da tutor e giovani studenti

OSTIGLIA. Un corso di informatica rivolto alle persone anziane per imparare l’uso di smartphone, Personal computer, con lezioni impartite da un professore coadiuvato da tutor e giovani studenti delle scuole superiori.

L'iniziativa è stata presentata venerdì scorso al liceo Galilei di Ostiglia, e si colloca nel più ampio progetto “Network For Family”, finanziato dalla Fondazione Cariverona per un importo di 340 mila euro, della durata di tre anni, che sarà gestito dall’Auser regionale, ma rivolto alle persone anziane della provincia di Mantova.


Il progetto Network for Family si sviluppa su cinque filoni: la videotelefonia, i corsi di informatica, la pet terapy, la prevenzione salute, l'ottimizzazione della gestione dei trasporti protetti.

Gli scopi del progetto, di cui fa parte una quarantina di partner, tra cui Ats, Asst, Comuni, Centri Auser, Istituti scolastici, Piani di Zona, sono: il contrasto alla solitudine, il rafforzamento del rapporto intergenerazionale, l'ottimizzazione della gestione degli accompagnamenti protetti.

«Penso - sottolinea Sergio Rossi, presidente dell'Auser di Ostiglia - che il progetto, su un territorio di 400mila abitanti di cui un 100 mila di anziani, possa costituire una buona opportunità per le comunità locali».

Il corso di informatica si terrà a Ostiglia, nella sede del liceo galileo Galilei, con cui Auser ha instaurato una collaborazione. Sarà tenuto da un insegnate di informatica dell'istituto con l'ausilio degli studenti.

Al corso (gratuito), con inizio a metà a aprile, saranno ammessi venti iscritti.Il progetto comprende, come già accennato, anche la videotelefonia.

Materialmente si tratta di portare nelle case di persone anziane che vo gliano mettersi in contatto video con parenti e amici, e nelle residenze sanitarie assistenziali alcuni semplici apparecchi da collegare al televisore e alla Adsl.Anche in questo caso saranno coinvolti studenti degli istituti tecnici.

Per quanto riguarda la prevenzione, verranno organizzati incontri tenuti da Ast, medici, specialisti, esperti della nutrizione per migliorare gli stili di vita dei nostri anziani e verrà effettuata anche la consegna delle medicine a domicilio.

La Pet Terapy sarà attivata negli istituti di cura, Rsa e Centri sociali mentre attraverso un programma in internet si cercherà di ottimizzare la gestione delle risorse del volontariato impegnato sul trasporto protetto, questo importante fronte, a sostegno delle fragilità.

L'obiettivo è realizzare il trasporto intelligente, quello che raccoglie lungo il percorso gli utenti di più Comuni.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi