Mantova, Baroncelli nella squadra di lavoro della Triennale di Milano

L'ex assessore alla rigenerazione urbana del Comune di Mantova nominata da Stefano Boeri curatrice della sezione architettura  

MANTOVA. Lorenza Baroncelli nella squadra di lavoro della Triennale di Milano a guida Stefano Boeri. L’ex assessore alla rigenerazione urbana del Comune di Mantova è stata scelta come curatrice per il settore “Architettura, rigenerazione urbana, città”. L’opportunità professionale al quale accennava il sindaco Mattia Palazzi per motivare le dimissioni dell’architetto romano dalla giunta è, quindi, l’incarico nella prestigiosa istituzione milanese. La presentazione della nuova squadra dell’archistar Boeri è avvenuta il 19 aprile mattina nel corso di una conferenza stampa con il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Lorenza Baroncelli, architetto, ricercatrice e curatrice romana con un’importante carriera internazionale alle spalle, era stata indicata come assessore all’urbanistica anche dal candidato sindaco di Roma Roberto Giachetti. Alla Triennale proseguirà la sua collaborazione di lunga data con Boeri, con il quale aveva già lavorato su diversi progetti di ricerca e urbanistici, come lo sviluppo del Concept Plan per Expo Milano 2015. Al fianco della Baroncelli nel gruppo internazionale guidato dal direttore generale Carlo Morfini ci sarà, tra gli altri, Joseph Grima, l’ideatore di quell’arcipelago di Ocno che le ha dato più di un grattacapo .


L’offerta di lavoro milanese risale a una decina di giorni fa. Lunedì 16 aprile le dimissioni ufficiali. Al suo posto è stata nominata Chiara Sortino, consigliere comunale eletta come indipendente nella lista del Pd, mentre la delega alla rigenerazione urbana è passata ad Andrea Murari. «Dietro non vi è alcun retroscena politico», aveva precisato Palazzi nella conferenza stampa in cui annunciava l’avvicendamento. Vero è, però, che nell’ultimo periodo risulta che più di una volta la Baroncelli abbia manifestato la volontà di occuparsi di questioni urbanistiche di peso senza essere ascoltata. E i malumori sarebbero aumentati per la vicenda Ocno per la quale si sarebbe sentita lasciata sola, dopo aver compiuto qualche errore.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Emergenza siccità, anche il lago di Braies si ritira: la siccità ridisegna il 'paesaggio da cartolina'

La guida allo shopping del Gruppo Gedi