Cocktail di farmaci per vincere una gara. Ma il ciclista è assolto

Finito a processo con l’accusa d’aver usato coca e ormoni. Ma il perito smentisce le analisi: non riportano alcun valore

MANTOVA. Secondo l’accusa prima di mettersi in sella alla sua bicicletta e partecipare alla gara ciclistica amatoriale "La Cinque chilometri di Formigosa" avrebbe trangugiato un cocktail di sostanze proibite, cocaina compresa. Evidentemente la sua prestazione, all’epoca dei fatti aveva 49 anni, ha ingenerato qualche sospetto. Al controllo è infatti risultato positivo dalla commissione per la vigilanza sul doping.

Da qui la denuncia e il rinvio a giudizio per aver utilizzato farmaci in grado di modificare le condizioni psicofisiche e biologiche dell'organismo.


A finire sul banco degli imputati Gianluca Marco Prezzi, 51 anni, residente a Porto Mantovano. La prima udienza, tenutasi più di un anno fa davanti al giudice Stefano Aresu, era stata rinviata per l'assenza dei carabinieri del Nas, testimoni convocati dall'accusa.

La seconda ha visto salire sul banco dei testimoni il perito incaricato dal tribunale di accertare i valori emersi dalle analisi delle urine. Assolutamente inattendibili secondo l’esperto che s’è trovato di fronte ad un lungo elenco di sostanze ma senza alcun riferimento alla loro concentrazione nel sangue. Un puro e inutile elenco.

Per questo stamattina, 2 maggio, Gialuca Marco Prezzi, difeso dall’avvocato Marina Alberti, è stato assolto perché il fatto non sussiste.

La vicenda risale al 3 agosto di quattro anni fa, in occasione della gara “La cinque chilometri di Formigosa”, prima della quale il ciclista era stato accusato di aver assunto oltre all'Epo, un farmaco molto costoso, anche cocaina e ormoni vari.

Quando è arrivato al traguardo la commissione per la vigilanza sul doping gli ha analizzato le urine.

E l'analisi ha dato esito positivo. I risultati però non sono stati evidenziati e alla procura è stato presentato un mero elenco di sostanze.
 

Video del giorno

Metropolis/10 - Nuovo Cinema Quirinale. Con Andrea Costa, Michele Emiliano (l'integrale)

La guida allo shopping del Gruppo Gedi