Pegognaga, porta a casa 300mila euro con un Gratta e vinci

Il Miliardario da 5 euro venduto alla tabaccheria De Vincenzi. Il proprietario: «È un cliente abituale»

PEGOGNAGA. Pomeriggio di festa alla tabaccheria De Vincenzi di Pegognaga. Un tagliando da cinque euro del Gratta e vinci Il Miliardario ha regalato ad un fortunato giocatore la cifra di 300mila euro.

Si tratta di una vincita record per il paese del Basso Mantovano. La vendita fortunata si è verificata il 2 maggio poco dopo le 16. Ad acquistare il biglietto nella tabaccheria di piazza Matteotti, nel cuore di Pegognaga, è stato un cliente abituale. «Lo conosco bene - spiega il proprietario Alberto De Vincenzi - Posso dire che viene qui spesso, ma non voglio aggiungere altri particolari per non metterlo in difficoltà. Nemmeno se si tratti di un uomo o di una donna o che sia o meno di Pegognaga».


Il vincitore ha grattato il tagliando subito dopo averlo acquistato, quando si trovava ancora all’interno della tabaccheria. Dopo aver completato l’operazione, ha cominciato a camminare nervosamente. Superato lo smarrimento iniziale, ha preso coraggio e si è avvicinato al titolare. «Mi ha chiesto se aveva visto bene e se la vincita era reale - continua De Vincenzi - Era agitato e incredulo. Sinceramente non sapevo nemmeno io come comportarmi, non mi erano mai capitati casi del genere. Abbiamo verificato sulla macchina e abbiamo capito che il pagamento doveva essere effettuato in banca».

Una volta salutato il vincitore, De Vincenzi ha attaccato un cartello con la fotocopia del biglietto vincente sulla vetrina della tabaccheria. Prima un foglio di piccole dimensioni, poi uno molto più grande.

Quest’ultimo ha attirato l’attenzione di molti pegognaghesi. «La voce ha iniziato subito a spargersi per il paese. In tanti si sono affacciati per chiedere informazioni e qualcuno, ingolosito dalla vincita, ha comprato qualche tagliando. Qualche vendita in più, in effetti, c’è stata».

La tabaccheria De Vincenzi è un’attività storica di Pegognaga. La famiglia la gestisce da più di settantanni. Prima il padre e ora il figlio Alberto. Al suo fianco, dietro al banco, la moglie Vania Setti.

Vincite di tale entità non si erano mai verificate, ma la fortuna aveva già visitato in passato l’attività. «Nel 1997, un mese dopo l’attivazione del lotto, vennero vinti 42 milioni di lire. Negli anni, poi, sono stati venduti gratta e vinci che hanno regalato premi da diecimila euro».

La soddisfazione più grande è quella di veder gioire un volto noto. «A noi non viene in tasca nulla ovviamente, ma siamo contenti per il vincitore. È una persona alla quale siamo affezionati, è importante che sia un cliente abituale. Si ferma molto spesso da noi. La soddisfazione più grande è che la mano fortunata che gli ha venduto il biglietto sia la mia», conclude sorridendo De Vincenzi.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi