L’accademia delle vacanze: ecco l’estate per i ragazzi

Il Comune organizza i laboratori: si va dal teatro ai fumetti fino ai corsi di cucina  Il via dopo l’ultimo giorno di scuola. Pronto anche il programma dei Cred 

MANTOVA. Laboratori per fare teatro, suonare, disegnare fumetti. E ancora incontri per fare i compiti «anche quando non si ha voglia» e l’istituzione di una piccola redazione che con l’aiuto dei tutor scriverà la Gazzetta dei ragazzi, un giornale vero e proprio preparato da giovani dai 16 ai 18 anni. Sono alcune delle proposte per l’estate, ormai alle porte, che il Comune, in collaborazione con Pantacon, Alce Nero e Segni d’infanzia , mette a disposizione di ragazze e ragazzi.

Un ventaglio di attività che si affianca a quello dei Cred per i bimbi fino a 5 anni che si terranno in alcune scuole materne e a quello del tradizionale calendario di campi estivi (dai 6 agli 11 anni) proposti dalle associazioni che vanno dalle giornate in piscina alla Dugoni, al Summer camp organizzato dall’associazione dei genitori della media Sacchi fino ai giochi e alle esplorazioni al parco delle Bertone e a un laboratorio per imparare a fare il clown proposto dall’associazione Mater Tagesmutter.


Il programma è già fatto e alla fine del mese verranno distribuiti i pieghevoli nelle scuole per informare i ragazzi delle varie possibilità per passare le settimane estive in compagnia per divertirsi in modo creativo.

«Il Comune gestisce direttamente le iniziative dell’Accademia dei ragazzi - spiega l’assessore alla pubblica istruzione Marianna Pavesi - arrivata ormai alla terza edizione. Sono laboratori pensati per la fascia 10-14 anni in partnership con Pantacon, Alce nero e da quest’anno Segni d’infanzia. Ci saranno, a partire dal primo giorno di vacanza, 12 laboratori mattutini curati da Pantacom per coltivare il talento di ciascuno, dalla fotografia alla cucina alla musica al teatro alle scoperte scientifiche e archeologiche. (20 euro a settimana). Abbiamo pensato anche a laboratori di supporto motivazionale e metodologico allo studio curato da Alce Nero con il supporto di psicologi ed educatori, costruiti in collaborazione con le scuole di città. Sono 4 incontri da 2 ore ciascuno nel mese di luglio sul metodo di studio e 5 incontri da due ore dal 26 agosto al 6 settembre dall’emblematico titolo Studiare bene senza averne voglia. Sono iniziative gratuite».

La novità è la Gazzetta dei ragazzi. «Un tutor di Segni d’Infanzia - spiega la Pavesi - coordinerà un gruppo di ragazzi 16-18 anni che costituiranno una redazione che documenterà i vari laboratori dell’Accademia in alternanza scuola- lavoro, con stampa bisettimanale da distribuire in città».


 

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi