Emergenza furti al cimitero

Castel Goffredo. Continuano a sparire fiori e vasi, in campo la polizia locale

CASTEL GOFFREDO. Dal cimitero di Castel Goffredo spariscono cose: piccoli oggetti, fiori, arredi delle sepolture. Un fenomeno inquietante ma soprattutto fastidioso per chi si vede portare via quegli oggetti che, al di là del valore, rappresentano un gesto d’amore e di rispetto verso chi ci ha lasciato. Casi isolati che vengono ricomposti in un quadro più generale dal tam tam sui social: si scopre così che è sparito un vaso di rose, un vaso ornamentale in rame e anche alcuni ornamenti in cristallo, e chissà quanti altri piccoli e grandi furti sono avvenuti e mai sono stati denunciati sui social.

Considerato che il fenomeno va avanti già da qualche tempo, la polizia locale ha deciso di prendersi a carico della situazione: «Ce ne stiamo occupando con attenzione – spiega il comandante della polizia locale Daniele Pisciotta – e abbiamo messo in campo strategie che contiamo ci porteranno ad acciuffare i ladri». Quello che differenzia la situazione dei furti al cimitero di Castel Goffredo da quella di altri comuni è che non spariscono solo gli oggetti in rame, un vero oro rosso che negli ultimi anni è diventato preda prediletta dei ladri che sanno di poterlo rivendere ad un buon prezzo e senza troppa fatica sul mercato nero del riciclo.

Chissà, dunque, se i paramenti e gli ornamenti rubati a Castel Goffredo non riappaiano in qualche cimitero vicino dove qualcuno ha deciso di risparmiare qualche euro sulla manutenzione della tomba di famiglia.

Vincenzo Bruno
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Calenda a Mantova per il nuovo libro: «Occidente in crisi, si torni a pensare ai diritti»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi