Un’estate di cantieri nelle scuole: quattro milioni per la sicurezza

Scatta il piano di interventi della Provincia. Obiettivo: terminare prima del ritorno in classe dei ragazzi. I progetti riguardano soprattutto la sistemazione di soffitti, tetti e pavimentazioni di aule e palestre

MANTOVA. Mancano pochi giorni alla fine dell’anno scolastico e mentre gli studenti stanno già pensando alle vacanze - al netto di chi dovrà affrontare la maturità e di chi si troverà con debiti formativi da saldare - a Palazzo di Bagno, sede della Provincia, si stanno per approntare i lavori di messa in sicurezza, manutenzione e riqualificazione di molti istituti superiori. Un investimento complessivo di circa 4 milioni di euro, come ha ricordato il presidente Beniamino Morselli, che porterà all’apertura di cantieri per buona parte dell’estate e in settembre.

«Si tratta di lavori che serviranno soprattutto a rendere più sicure le nostre scuole - spiega la consigliera delegata Francesca Zaltieri - in particolare con adeguamenti antisismici e il consolidamento di molti soffitti, come già accaduto negli ultimi anni». L’obiettivo è quello di svolger i lavori nel corso dei mesi estivi, per non affiancare l’operato dei muratori allo studio dei ragazzi. Ma verosimilmente qualche sovrapposizione sarà inevitabile.


Vediamo gli interventi previsti. Già in corso sono le riqualificazioni dei bagni dell’Is Fermi e dell’Ipsia Vinci di Mantova (300.000 euro). Finiranno entro l’estate. Ci sono poi degli interventi già appaltati e che dovrebbero iniziare tra luglio e agosto. Questo significa che nella maggior parte dei casi, i cantieri dovrebbero essere tolti prima dell’inizio delle lezioni. È il caso del rifacimento del tetto al Liceo Gonzaga di Castiglione delle Stiviere (550mila euro). Già appaltati anche i lavori per le manutenzione straordinarie ai pavimenti ancora del Gonzaga e del Vinci e anche del Bonomi-Mazzolari di Te Brunetti (300mila euro).

Già assegnati pure i lavori per la realizzazione delle aule al secondo piano del Conservatorio di via Conciliazione in città (400mila euro). Bandita anche la gara per sistemare i tetti di Fermi, Vinci, Giulio Romano (Guidizzolo), Falcone di Asola e Bonomi-Mazzolari (500mila euro). Bandita anche la gara per sistemare i soffitti del Falcone di Asola (54mila), e quella per la messa in sicurezza dei soffitti e l’adeguamento sismico del Greggiati di Ostiglia (174mila euro). Per i lavori in fase di aggiudicazione la speranza è che i tempi non si sovrappongano troppo con l’avvio delle lezioni.

Non sarà sempre possibile. In corso d’appalto, ad esempio, ci sono gli interventi per la messa in sicurezza di varie controsoffittature in 14 scuole. Si arriverà a settembre. Dovrebbe partire in agosto il rifacimento delle pavimentazioni delle palestre del Gonzaga di Castiglione e del Galilei di Ostiglia (100.000 euro). Gara estiva anche per l’appalto della sistemazione delle facciate dei cortili interni del Liceo Virgilio (300.000 euro). In questo caso la sovrapposizione è certa. Tra i lavori previsti durante l’estate anche la messa in sicurezza della palestra del Liceo Manzoni di Suzzara. «Vogliamo garantire la massima tranquillità ai nostri ragazzi e al personale» osserva il presidente Morselli.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi