In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
PROVA

Rivoluzione in Ies: lascia l’ad Migliarotti

Mantova. Dallo stop alla raffineria alla svolta nelle bonifiche: dopo 9 anni, si dimette da tutti gli incarichi in Mol. Ad agosto il sostituto

di Monica Viviani
1 minuto di lettura

MANTOVA. La notizia rimbalza da strada Cipata ed è di quelle che segnano la storia di un’azienda. Dopo nove anni nel gruppo di cui cinque alla guida di Ies, l’amministratore delegato di Mol Group Italy Maurizio Migliarotti si è dimesso. «Dal 1º agosto lascerà l’incarico di Ceo – si legge in una nota aziendale – e dal 1º settembre proseguirà la sua carriera al di fuori del Gruppo Mol. Il nuovo Ceo verrà annunciato prossimamente ed entrerà in carica dal 1º agosto».

Originario di Modena, 45 anni, Migliarotti è entrato a far parte del Gruppo Mol nel 2010 prima come direttore delle relazioni esterne e risorse umane di Ies, poi come direttore delle risorse umane del settore raffinazione di Mol Group responsabile per Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria, Romania, Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia e Italia. Era il 12 settembre 2013 quando la casamadre ungherese decise di riorganizzare Ies-Italiana Energia e Servizi spa nominandolo Ceo: incarico che dal 2014 ricopriva anche per le altre società del gruppo in Italia, Panta Distribuzione spa, Nelsa srl e Ies Power & Gas srl (ora Mol Group Italy Luce&Gas).

Siamo al 4 ottobre 2013 quando Ies smette di raffinare e entra nella non facile fase di trasformazione in polo logistico che ha comportato il taglio di decine di posti di lavoro. Trasformazione realizzata «grazie a un investimento di oltre 110 milioni di euro – ricorda l’azienda – che oltre a ricomprendere l’attuazione del piano sociale a tutela degli ex dipendenti che, grazie ad un approccio di dialogo e concertazione costante con parti sociali ed istituzioni, ha permesso la reindustrializzazione di parti inutilizzate del sito. Ha inoltre garantito l’adeguamento del polo ai migliori standard di sicurezza e tecnologia, consentendo a Ies un ritorno sul mercato in condizioni di massima competitività e l’inizio di un percorso di risanamento che sta proseguendo».

Dal 2014 Migliarotti ha poi realizzato la completa revisione del modello di business delle società italiane del gruppo completando l’integrazione tra Ies, Panta, Nelsa, Tvk (acquisita a gennaio 2018) e Mol Group Italy Luce&Gas con la nascita del brand Mol Group Italy sino alla recente apertura della nuova sede degli uffici commerciali a Milano.

Sotto la sua guida, inoltre, la bonifica Sin di competenza Ies ha registrato una svolta con le due fasi del progetto di messa in sicurezza operativa (Miso) approvate dal ministero dell’Ambiente per il risanamento di falda, terreni e aria.

E adesso? Da quanto trapela nuovi Ceo e direttore finanziario arriveranno dai quartieri generali esteri di Mol.
 

I commenti dei lettori