Cade dal terzo piano mentre lavora nella casa degli amici

foto Capucci

Poggio Rusco. Stava installando una tettoia sul terrazzo. Poi la caduta da 10 metri. Grave camionista di 57 anni 

POGGIO RUSCO. Era andato dagli amici di famiglia per compiere un lavoro domestico, una tettoia ondulata che funzionasse anche da scolo delle acque. Niente di difficile per chi, come lui, ha un po’ di manualità. Un lavoro però da compiere sul terrazzo, da compiere in sicurezza.

A.M.P. camionista di 57 anni, sposato, con due figli, residente a Villa Poma oggi pomeriggio (domenica 10 giugno) dopo le cinque è arrivato  quindi con i suoi attrezzi all’appartamento degli amici nella palazzina di via Quattro Case 4 a Poggio Rusco.

Si è portato la scaletta bassa, a quattro scalini, sul terrazzino al terzo piano ed ha cominciato a montare la tettoia.

Non si sa esattamente come sia andata ma è probabile che per arrivare meglio al punto in cui fissare le viti, forse abbia appoggiato un piede alla ringhiera.

Un movimento che si è rivelato fatale: in un istante, impossibile da controllare, l’uomo è scivolato, la presa è venuta meno ed è caduto a terra dopo un volo di una decina di metri.

Sentendo le grida, subito è accorsa la padrona di casa che lo stava assistendo durante il lavoro e in quell’istante si era spostata in casa.

L’uomo era a terra dolorante, ma cosciente. Era caduto su un fianco e non riusciva chiaramente a muoversi.

Immediato l’allarme al 118 che ha inviato sul posto un’automedica, con rianimatore a bordo, dall’ospedale di Pieve di Coriano e un elicottero. L'uomo non ha mai perso conoscenza, ma la sue condizioni sono apparse subito serie.

E’ stato quindi caricato sull’elisoccorso e accompagnato in codice giallo all’ospedale di Cremona.

Come sempre in questi casi, all’intervento del soccorso sanitario è seguito quello dei carabinieri e del servizio prevenzione infortuni dell’Ats Valpadana.

Sono stati compiuti i rilievi del caso, sentiti i testimoni, valutata la situazione. Si è trattato, come si diceva, di un infortunio domestico, non propriamente un infortunio sul lavoro perché l’uomo ferito non è un operaio e i committenti non sono un’azienda, ma degli amici.

In ogni caso, saranno compiute tutte le verifiche in merito alle norme sulla sicurezza, che probabilmente non sono state rispettate.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Orso 'in fuga' in una galleria al confine tra Marche e Umbria

La guida allo shopping del Gruppo Gedi