Mantova, la biblioteca Frank a quota 12mila libri

Non solo lettura: il lunedì pomeriggio è dedicato a ricamo e cucito

Oltre 2.100 prestiti nel 2017, in vent’anni 2mila tesserati. In viale Europa conferenze, dibattiti ma anche ricamo

MANTOVA. Dodicimila libri. È il cuore pulsante dell’associazione Anna Frank che dal 1998 si occupa di divulgazione culturale con la gestione di una biblioteca: nei primi anni nel quartiere Pompilio, oggi a Borgochiesanuova, in viale Europa 31. La onlus ha una quarantina di associati, di cui una decina operativi. «La biblioteca, una delle quattro dislocate nei quartieri che fanno capo al centro Baratta, consta di due sezioni – spiega la presidente Daniela Ogliani – una con i libri nuovi che scegliamo e ogni anno aggiorniamo grazie al contributo del Comune».

Tra gli scaffali le opzioni sono tante, dai thriller ai gialli, alla fantascienza, alla narrativa d’amore e per ragazzi. E poi letteratura italiana ma anche straniera, tradotta, con romanzi russi, giapponesi, inglesi, francesi e tedeschi. «Alcuni testi sono qui da anni, erano nuovi, anche se ora è difficile crederlo vedendo le pagine ingiallite dal tempo e dall’uso» dice la presidente che ha in mano le redini dell’associazione da un anno e tiene a ricordare l’impegno di chi l’ha preceduta, Massimo Saccani, uno dei fondatori dell’associazione.

C’è poi una seconda sezione dove si possono trovare libri usati donati dal pubblico. «Ogni settimana arriva qualcuno con uno scatolone o una borsa. Persone affezionate alla biblioteca ma anche sconosciuti – spiega  Ogliani – questi libri, a differenza di quelli acquistati, non vengono catalogati e schedati. Per prenderli non serve nemmeno la tessera che comunque è gratuita. Questo servizio segue il principio: prendi- leggi-restituisci. Non compiliamo alcun registro, ci fidiamo dei nostri lettori che, in autonomia, possono segnare su un quaderno la data e il titolo del libro preso in prestito. E la fiducia viene ricambiata. Qualche problema in più lo abbiamo invece riscontrato con i testi nella biblioteca vera e propria. In alcuni casi, pochi per fortuna, abbiamo dovuto telefonare all’interessato per ricordare la scadenza che è di un mese. C’è però chi non ci ha più risposto, generalmente ragazzi giovani, e abbiamo perso il libro».

Per chi è ancora affascinato dalla carta stampata, dal rumore delle pagine che scorrono, ben diverso dal clic di un iBook o altri strumenti digitali, la scelta in biblioteca è ampia. E l’utenza c’è: sono circa 400 i frequentatori. Nel 2017 sono stati 2.130 i prestiti. E dal ’98 sono state consegnate circa duemila tessere (quest’ultimo dato lo rivela un annoso registro rigorosamente cartaceo). «C’è chi viene anche per leggere i quotidiani che sul nostro tavolo non mancano mai o per utilizzare gratuitamente l’internet point, una postazione con pc con connessione internet» prosegue la presidente. L’anima e il motore della biblioteca, che nei giorni di apertura svolge costantemente le attività di bibliotecario, dalla scaffalatura alla registrazione degli utenti, è Emanuele Paganella. «È anche grazie a lui se gli iscritti ogni anno aumentano. È un accanito lettore. Conosce i nostri utenti e sa consigliarli sul libro da prendere in base ai loro gusti» spiega la Ogliani.

E l’associazione non si occupa solo di custodire libri ma anche di organizzare conferenze e dibattiti su temi sociali e culturali e momenti di svago. Nella giornata della memoria, ogni anno, per omaggiare il nome che la onlus porta, spazio a incontri sul tema della Shoah con lo scrittore Frediano Sessi e proiezioni di film al teatrino di San Pio X. Due-tre volte l’anno vengono poi promosse presentazioni di libri di scrittori mantovani e non. Il lunedì pomeriggio invece è dedicato al cucito e al ricamo con una decina di donne impegnate a realizzare lavoretti che si possono trovare all’entrata della biblioteca. L’associazione guarda anche al mondo della scuola con percorsi di alternanza scuola-lavoro dove gli alunni, oltre a fare attività di scaffalatura, «si impegnano a leggere libri che non conosco preparando schede che utilizzo per dare consigli agli utenti» spiega Paganella.

Barbara Rodella

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Italian Tech Week 2022, a Torino le idee che migliorano il futuro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi