La droga nascosta nell'agriturismo gli costa quattro anni

 Condannato per il quintale di marijuana nascosto nella struttura dove aveva preso alloggio

SOLFERINO. Nella stanza dell’agriturismo di Solferino dove aveva preso alloggio da qualche settimana con un visto turistico, gli agenti della squadra mobile avevano trovato una quantità industriale di droga: 96 chili di marijuana essiccata e confezionata in sacchetti di plastica. Un valore di almeno 600mila euro al dettaglio.

Il corriere della droga, Emiljano Hilaj, 24enne albanese, è stato portato ieri mattina davanti al giudice per le udienze preliminari e condannato in rito abbreviato: quattro anni e mezzo di reclusione, considerato anche lo sconto di un terzo della pena previsto dal tipo di processo. Il giovane continuerà a restare in carcere.

L’operazione della squadra mobile, che resta senza dubbio tra i primati in fatto di sequestri di droga nel Mantovano, era avvenuta lo scorso dicembre, qualche giorno prima di Natale. Era nata dalla “soffiata” di un informatore della sezione antidroga secondo cui in una struttura turistica di Solferino aveva trovato base un corriere internazionale della droga, un albanese.

Facile ai poliziotti identificare chi fosse. Al momento della perquisizione nell’armadio della sua stanza c’erano tre borsoni neri: contenevano numerosi panetti di erba pressata da un chilo l’uno. Tra l’armadio e il muro altra droga, stavolta chiusa in due sacchi per le immondizie, e un bilancino di precisione.

Altre tracce dei traffici dello spacciatore erano state trovate nella sua auto, una Chevrolet Matiz: nel baule c’era una macchina per il confezionamento sottovuoto della droga.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La fuga disperata dalla trappola russa

La guida allo shopping del Gruppo Gedi