In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Più di mezzo secolo di sindacato. Premiato il panettiere Leonardi

«Il mio amore è stato fare il pane». Così Tullio Leonardi sintetizza una vita dedita all’arte bianca. Premiato a Roma dalla Federazione italiana panificatori con la targa ricordo per aver rappresentato gli artigiani italiani di questo mestiere per 55 anni

1 minuto di lettura

MANTOVA. «Il mio amore è stato fare il pane». Così Tullio Leonardi sintetizza una vita dedita all’arte bianca. Premiato a Roma dalla Federazione italiana panificatori con la targa ricordo per aver rappresentato gli artigiani italiani di questo mestiere per 55 anni. È cresciuto in una cesta di vimini in panificio, affianco al papà panettiere e alla mamma «che gli dava una mano». Ha avuto il panificio in via Chiassi ma il suo impegno, come testimoniano questo importante riconoscimento e la presidenza onoraria del sindacato provinciale panificatori artigiani mantovani, è stato anche sociale.

Ricorda con viva passione gli anni di attività sindacale nei quali insieme all’allora presidente mondiale dei panificatori Antonio Marinoni ha contribuito ad esportare la nostra cultura del pane. A Cuba e in Guatemala hanno portato dei forni insegnando poi il loro utilizzo e la preparazione degli impasti. A Bruxelles dove «sono forti sulla pasticceria» e il principe del Lussemburgo aveva addirittura conferito loro un premio per gli insegnamenti dati riguardo la panificazione, mentre in Francia hanno guidato una cinquantina di donne nel fare le schiacciatine.

È stato attivo anche nel mondo dell’istruzione. «Ho insegnato panificazione per vent’anni agli istituti Santa Paola, i ragazzi ancora mi fermano lungo la strada per salutarmi. Anche se sono cresciuti e non sempre li riconosco è un’emozione ogni volta».

Ancora pronto a dare il suo parere su come andrebbero risolte le problematiche del settore, Leonardi, con i suoi 82 anni di storia vissuta, guarda al futuro e si augura di poter vedere invertita la rotta così che tornino ad aumentare il numero delle attività dei panificatori artigiani.(Alessandra Aldegheri)
 

I commenti dei lettori