La truffa dell’ostello. Altro rinvio a giudizio

Fatture finte, lavori edili mai pagati e clienti inventati. E tutto questo, secondo l’accusa, per dare vita a un ostello fantasma e per sfruttare i contributi della Regione