Parte la conferenza che dovrà decidere il raddoppio della produzione

Tutti gli enti convocati  dalla Provincia per il 24 settembre. Per le osservazioni c’è tempo sino al giorno dopo

MANTOVA. Ci siamo. Lunedì 24 settembre alle 9.30 si aprirà la conferenza di servizi che dovrà decidere sul raddoppio della produzione di carta per cartone ondulato alla ex cartiera Burgo. Si è chiusa, infatti, la procedura di valutazione ambientale chiesta da Pro-Gest per tornare ai livelli produttivi previsti dall’Autorizzazione integrata ambientale del 2016, poi dimezzati per consentire ai Comuni di Mantova, Porto, San Giorgio e Borgo Virgilio e al Parco del Mincio di ritirare i ricorsi al Tar.

Dalle 575 tonnellate al giorno di carta si punta a ritornare alle 1.159 iniziali e raggiungere, così, la piena potenzialità produttiva degli impianti. Sul tavolo degli enti c’è tutta la documentazione per valutare l’impatto della cartiera in marcia al massimo della potenza, comprese le ultime integrazioni arrivate lunedì scorso in Provincia, ente responsabile del procedimento.

La prima riunione della conferenza, nella sala dei Corazzieri a Palazzo di Bagno, avrà tre punti all’ordine del giorno: il primo, la possibilità per i vari enti di far presente eventuali motivi ostativi al rilascio del provvedimento autorizzativo unico regionale non evidenziati durante la fase di verifica della documentazione ricevuta; il secondo, la presentazione del progetto e dello studio di impatto ambientale; il terzo, la calendarizzazione dei successivi lavori della conferenza per esaminare le osservazioni presentate dal pubblico, acquisire i vari pareri e autorizzazioni e decidere sulla richiesta di Pro-Gest.

Alla conferenza parteciperanno oltre a Provincia e Cartiere Villa Lagarina spa del gruppo Pro-Gest, anche Vigili del fuoco, Sovrintendenza, Comune di Mantova, Parco del Mincio, Arpa, Ats e Prefettura. Entro il 20 settembre ognuno dovrà comunicare il nome del loro rappresentante. I Comuni di San Giorgio, Porto, Borgo Virgilio, Curtatone, Bagnolo e Roncoferraro potranno, invece, presentare le loro osservazioni, assieme a quelle di associazioni, comitati e semplici cittadini entro il 25 settembre.

Per quanto riguarda i tempi di rilascio del provvedimento unico, tutto dipende da quante sedute serviranno per esaminare la corposa documentazione (si potrebbe anche chiudere nel tardo autunno). In atetsa Pro-Gest a breve può avviare la cartiera per produrre le 575 tonnellate al giorno di carta e per bruciare, nell’inceneritore, 39.480 tonnellate all’anno di rifiuti (solo quelli prodotti nello stabilimento di Mantova), quantità che non sarà modificata dalla nuova Aia, da rilasciare in caso di ok alla Via.

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi