In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Mantova, una selva nel cortile abbandonato. Frassino convive col degrado

Arbusti e sporcizia alle spalle di due condomini vuoti nel cuore del quartiere. Controlli della polizia locale dopo le segnalazioni all’assessorato all’ambiente

Nicola Corradini
1 minuto di lettura

MANTOVA. Uno spicchio di quartiere abbandonato a se stesso, con il cortile di una casa vuota da anni invaso da arbusti e erbacce alte mezzo metro. Il tutto a ridosso di altre palazzine che, al contrario, non solo sono abitate ma sono anche ben curate. Un contrasto che non passa inosservato. Non solo a chi ci passa per caso, ma anche e soprattutto a chi vive da quelle parti. Una brutta vista e, soprattutto, tanti dubbi sull’igienicità dell’area.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) A Frassino suona la sirena di notte. E nessuno sa qual è]]

Siamo in via Paride Suzzara Verdi, nel quartiere del Frassino. È la via che porta da strada Cipata al cuore del piccolo borgo, nella piazza della chiesa. Una strada senza marciapiedi (troppo stretta, per farli occorrerebbe istituire il senso unico) con diverse villette e palazzine, alcune delle quali in corso di ristrutturazione. Poi, quasi a ridosso della piazza, dalla via principale si stacca una diramazione che porta a un gruppo di condomini e abitazioni. Sono case (civici 16, 18, 20 e 22) vuote.

[[(gele.Finegil.Image2014v1) 01CAAPE4X164-D_WEB]]

I condomini erano stati al centro di una lunga contesa per via della presenza di abusivi nelle abitazioni fatiscenti. Era dovuto intervenire il Comune con otto ordinanze di sgombero. La proprietà aveva ricevuto valanghe di multe dalla polizia locale per le condizioni igienico sanitarie della palazzina e delle aree circostanti. Ieri gli agenti sono tornati in zona per un controllo. La richiesta è partita dall’assessore all’ambiente, Andrea Murari, che conferma lo stato di abbandono dell’area. «Dopo aver ricevuto la segnalazione ho chiesto alla polizia locale di controllare - spiega - e di verificare se esistano gli estremi per prendere provvedimenti nei confronti della proprietà». —


 

I commenti dei lettori