La mappa del disagio, lente sulla stazione

Gli operatori ora puntano su piazza don Leoni. Caprini: «La marginalità esiste ma in misura inferiore rispetto ad altre città»