E all’Iveco di Suzzara la Fiom punta all’assunzione dei precari

Mauro Mantovanelli parla di «situazione produttiva tranquilla». A breve un incontro con l'azienda 

MANTOVA. Ha riaperto il 28 agosto i battenti lo stabilimento Cnhi Iveco di Suzzara dove il segretario provinciale della Fiom Mauro Mantovanelli parla di «situazione produttiva tranquilla» per quella che è la più grande fabbrica metalmeccanica della provincia di Mantova.

«La produzione è rimasta ai livelli raggiunti prima dell’estate - spiega - Vale a dire di 290 furgoni al giorno quindi la situazione produttiva è tranquilla». Andamento positivo che «avvalora la nostra determinazione a spingere sulle stabilizzazioni dei lavoratori precari» aggiunge il sindacalista mentre annuncia di essere stato contatto dall’azienda per un incontro: «Al momento possiamo dire che si apre la discussione per una questione per noi prioritaria». Con il mese settembre si avvia quindi una stagione intensa per la Fiom in Iveco: «Sul tavolo c’è anche la scadenza del contratto e per il 4 settembre abbiamo convocato l’assemblea per votare la nostra piattaforma di adeguamento dei salari a quelli degli altri metalmeccanici».


E per Belleli? Chiediamo. «A giorni avremo un incontro sulla questione occupazionale». —

M.V.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giordania, cede la fune e un serbatoio di cloro cade sulla nave: la nuvola tossica uccide 10 persone

La guida allo shopping del Gruppo Gedi