Parenti mobilitati per il piccolo Marco rimasto da solo

Nel riquadro Geta Pavel, morto giovedì davanti all'Italmark

La madre Geta è morta di malore giovedì pomeriggio. Il padre del ragazzino è in arrivo dalla Germania

CANNETO SULL’OGLIO. È stato rintracciato in Germania, dove lavora, il padre del piccolo Marco Pavel, 10 anni, rimasto orfano della madre Geta, 38 anni, con la quale viveva a Canneto in un piccolo appartamento di fronte all’Italmarket. La salma della donna, stroncata da un malore improvviso nel pomeriggio di giovedì davanti a casa dopo una prova di scuola guida, è ora composta alle camere mortuarie della casa di riposo in attesa delle disposizioni in merito al funerale.

Geta, dopo la fine della relazione con il marito, era di fatto una ragazza madre che aveva allevato da sola il figlio in Italia. Poiché il bimbo è rimasto solo, senza genitori, è scattato l’affidamento provvisorio ai servizi sociali e è partita una segnalazione alla procura dei minori di Brescia. Ieri pomeriggio il fratello del padre, che vive a Monza, è stato avvertito ed è giunto a Canneto. A lui è stato fatto l’atto di assegnazione del minore, che ha passato la notte dagli zii a Monza, in attesa dell’arrivo del padre, oggi o al più tardi domani.


Geta ha un fratello che vive in Veneto ed una sorella a Parma. Saranno loro a stabilire le modalità del funerale e della sepoltura.

Molte le attestazioni di cordoglio e di solidarietà per l’improvvisa morte della donna che, dopo avere fatto la badante, faceva lavoretti saltuari per non far mancare nulla al figlio che frequenta la scuola elementare e deve iniziare la quinta. Grande lavoratrice, riservata e sempre con il sorriso, viveva per il suo Marco. Per fargli frequentare la scuola calcio si era offerta di lavare le maglie della squadra. Era appena tornata da un breve viaggio in Romania, la sua terra di origine, dove si era recata dai parenti con il figlio.

Geta era originaria di Galaţi, una città di 250mila abitanti sul delta del Danubio. Si era trasferita a Canneto per lavoro ed era residente dal 2013. Qualche mese dopo si era trasferito anche il marito, Valentin Vasile Pavel, con il figlio. Dopo il trasferimento in Germania per lavoro e la fine della relazione, erano rimasti in buoni rapporti. Il piccolo si è sempre sentito al telefono con il papà. —

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La furia della tempesta si abbatte su un vivaio mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi