In reparto sbarca Neopuff, il rianimatore contro la morte in culla

Il dono della sezione di Rodigo dell'associazione Suid & Sids: un rianimatore a gas progettato per un intervento  sicuro sui neonati in sala parto

MANTOVA. Un rianimatore a gas facile da usare, progettato per una rianimazione sicura per i neonati in sala parto e in reparto. Il Neopuff è stato donato dalla sezione di Rodigo dell’associazione Suid & Sids Italia alla struttura di neonatologia e terapia intensiva neonatale del Poma, diretta da Valeria Fasolato, presente alla consegna con Sonia Scopelliti e Sveva Rossi, presidente e vice dell’associazione, e Patrizia Chiminazzo, assessore al welfare di Rodigo.

La donazione si è realizzata grazie alla raccolta fondi in due eventi: la Passeggiata “Insieme si puo'” (in memoria dei bambini vittime di decessi improvvisi e inaspettati durante la gravidanza, alla nascita o nella prima infanzia) realizzata a Rodigo a giugno, e parte dei fondi raccolti nella serata musicale Blues for Belush, dello scorso luglio. L’associazione, fondata a Torino, nasce da genitori che hanno vissuto la perdita del bambino per la Sids (Sudden infant death syndrome, la “morte in culla”) che ancora oggi è la principale causa di morte nel primo anno di vita. —




 

Video del giorno

Mantova-Renate, soddisfatto mister Lauro: "Buona prova dei miei"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi