Ufficio postale chiuso a Ostiglia, via al trasporto Auser per ritirare la pensione

I volontari  a disposizione degli anziani di Correggioli per il trasporto all’ufficio postale di Revere

OSTIGLIA. I volontari dell’Auser di Ostiglia sono a disposizione degli anziani di Correggioli per il trasporto all’ufficio postale di Revere per il ritiro delle pensioni. Il servizio viene svolto da tempo da Auser, da quando l’ufficio postale della frazione è stato chiuso. Ma oggi lo si svolge, a maggior ragione, dopo la chiusura fino a dicembre per ristrutturazione della sede di Ostiglia.

Le Poste si appoggiano (anche con il personale di Ostiglia) all’ufficio di Revere. Sarà così fino a quando verrà aperta una sede provvisoria con due sportelli in centro storico.


La sede è già stata individuata, di fianco al municipio di via Gnocchi Viani, ma si attende l’ok dalla sede centrale di Poste per l’apertura al pubblico. Per quanto riguarda, invece, lo smistamento della posta e il deposito mezzi dei portalettere, la sede individuata è quella della ex scuole di Correggioli, messa a disposizione dal Comune, con una convenzione.

Ancora non è stata comunicata la data per l’apertura della sede provvisoria, che dovrebbe essere imminente, anche per ridurre i disagi degli ostigliesi che da una settimana devono raggiungere gli uffici postali più vicini di Revere (a Revere si va anche per il ritiro di oggetti inesitati, che per il Postamat, ed è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 19.05 e il sabato dalle ore 8.20 alle 12.45) o di Serravalle a Po.

L’Auser si rende disponibile ad accompagnare a Revere le persone anziane che avessero necessità di ritirare la pensione, nei primi giorni del mese, alle 7.30, alle 8.30, alle 10 e alle 11.30, previa conferma all’ufficio Auser del Comune di Ostiglia.

PAOLA MERIGHI
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Notre-Dame virtuale batte sul tempo la cattedrale reale. Ma attenzione alle vertigini

La guida allo shopping del Gruppo Gedi