Addio ad Ario Longhi, artigiano delle ciabatte

È scomparso a 96 anni Davide Ario Longhi, vedovo di Olga Andreasi e senza figli. Lascia la sorella Artemisia e 7 nipoti. Era uno dei primi “artigiani-pioneri” grazie alla piccola fabbrica Fralon fondata nel 1957

FELONICA. È scomparso a 96 anni Davide Ario Longhi vedovo di Olga Andreasi e senza figli. Lascia la sorella Artemisia e 7 nipoti. Era uno dei primi “artigiani-pioneri” grazie alla piccola fabbrica Fralon fondata nel 1957 diretta assieme ai fratelli Agostino, Gino ed Elvio. La felice idea di fabbricare ciabatte ispirò a Ario a comperare macchine per fondere la gomma per fare le suole ai vari tipi di ciabatte da quelle per bambini alle classiche per signore e per uomini a quelle chiamate “pianlón” extralarge. Una ventina di ragazze e signore si alternavano alla catena dei piccoli forni. In appositi stampi veniva cotta la gomma, poi la ciabatta veniva consegnata alle mogli (casalinghe) dei soci per tagliare e rifinire i bordi.

Lo stesso Ario con la sua Alfa famigliare si incaricava di portare il prodotto in città come Bologna, Lucca, Molveno, Pistoia e Rovigo. Quando il titolare aveva impegni si affidava all’amico Colombo per le consegne richieste. Negli anni 1975 Ario, coadiuvato dalla moglie Olga, aprì un negozio di scarpe di qualità nella sua abitazione in centro paese. —


BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi