Giunta in cerca di assessore: spunta il nome di Falcone

Scatta il toto-nomina dopo le dimissioni di Perdomini dai lavori pubblici. Ancora nessuna conferma ufficiale, ma fari puntati sul capogruppo di Forza Italia

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Si apre la fase del toto assessore a Castiglione delle Stiviere. Dopo le dimissioni di Alessandro Perdomini dai lavori pubblici - rinuncia che arriva per impegni di lavoro - la scelta del suo successore non sarà immediata. Nelle parole del sindaco Volpi si capisce che ci sarà da attendere qualche giorno prima di veder sciolta la riserva. . Il comparto lavori pubblici è da sempre oggetto delicato a Castiglione. La scorsa amministrazione vide le dimissioni di Franco Spoladore, dirigente Golden Lady, e in quel caso il sindaco Alessandro Novellini tenne per sè la delega per il resto del mandato, lasciando capire che il comparto in questione implica molto tempo e un lavoro di monitoraggio costante.

Al momento, dunque, anche Volpi ha deciso di tenere per sè la delega, decisione motivata dalla necessità di redigere il nuovo piano triennale delle opere pubbliche, che dovrebbe andare in discussione nel bilancio previsionale nel consiglio di dicembre. Allo stesso tempo Volpi, dalle dichiarazioni rilasciate ieri alla Gazzetta, non pare intenzionato a tenere la delega per sempre. Un nome, dunque, dovrà essere identificato e questo dovrebbe comunque restare in quota Forza Italia, dato che le anime della coalizione sono equilibrate e ben rappresentate nella divisione dei ruoli all'interno della giunta. In molti sono pronti a scommettere su un nome forte in Forza Italia, e cioè l'ex assessore alla sicurezza della giunta Paganella, Michele Falcone, attuale capogruppo in consiglio comunale.

L'interessato, per ora, non commenta, così come i vertici di Forza Italia. L'eventuale scelta di Falcone, infatti, comporterebbe anche un cambio in consiglio comunale. Falcone lascerebbe il posto al primo dei non eletti, e cioè Simona Maffizzoni (74 preferenze totalizzate), e quasi sicuramente, data l'esperienza acquisita, il nuovo capogruppo potrebbe essere Giacomo Belgiovine. Al momento, però, nessuno lascia trasparire alcunché, neppure l'indicazione del sindaco che nelle sue riflessioni ammette di attendere una rosa di nomi prima di scegliere e, comunque, sottolinea che si riserva di attendere sicuramente di chiudere il prossimo consiglio comunale di lunedì 26 novembre prima di sciogliere la riserva.


Tuttavia, comunque, Forza Italia può spendere anche altri nomi, e al momento si apprende che disponibilità ci sono all'interno del partito che vede anche il segretario Nodari impegnato nella direzione di Indecast, ma non si conoscono nomi di altri papabili, quasi ad evidenziare la scommessa che Forza Italia vuole giocare all'interno della maggioranza, con un uomo di esperienza e di peso politico come Falcone che, nelle scorse regionali, era in corsa anche come consigliere a Milano, vicenda al seguito della quale si è inasprito lo scontro politico, interno al partito, con la coordinatrice Annalisa Baroni.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi