Mantova, due furti in due notti: Auser depredata di computer e soldi

Sparito il televisore usato per le videochiamate agli anziani. Il presidente al Comune: servono inferiate alle finestre

MANTOVA. Questa volta nel mirino dei ladri è entrata un’associazione di volontariato, l’Auser. Un doppio furto, perché i malviventi hanno fatto irruzione nella sede di via Facciotto - quartiere Te Brunetti - sia nella la notte tra il 5 e il 6 dicembre sia in quella tra venerdì e ieri, facendo man bassa di quello che hanno trovato. Sono spariti cinque computer portatili, il televisore utilizzato per le videochiamate agli anziani, i premi della tombola (quasi 300 euro in generi alimentari), la cassetta con i soldi raccolti con le tombole (560 euro) due macchinette per il caffè (una a capsule l’altra col filtro) e persino una stufetta elettrica.

«Da una prima stima, il valore delle cose che ci sono state rubate si aggira sui tremila euro - spiega il presidente di Auser, Edoardo Chiribella - il problema è che diversi strumenti che ci hanno portato via, ci servono per cose utili. Il televisore, ad esempio, è quello utilizzato dai nostri operatori volontari per collegarsi in videochiamata con gli anziani soli che seguiamo. I portatili li utilizziamo per i corsi di apprendimento dell’uso del computer rivolto agli anziani. In questo caso, fortunatamente, siamo stati previdenti. Li hanno rubati nel corso del primo colpo, così, per prudenza, abbiamo trasferito altrove i cinque che avevano risparmiato. Abbiamo fatto bene, visto quanto accaduto poi. Certo non ci aspettavamo che tornassero così presto».


La sede di città dell’Auser, un’associazione di volontariato che segue anziani un po’ in tutta la provincia, è nell’ex Circoscrizione di Te Brunetti. Si tratta di un edificio di proprietà comunale. I ladri sono entrati una prima volta forzando la tapparella della finestra del bagno. In quell’occasione hanno portato via oltre ai portatili, anche la cassetta con i soldi della tombola. Evidentemente si sono resi conto che c’era altro materiale interessante e sono tornati una seconda volta spaccando il vetro di un’altra finestra. «Abbiamo fatto denuncia ai carabinieri - dice Chiribella - e chiesto al Comune di installare delle inferiate per difendere meglio la sede dai ladri».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'industriale dona due milioni al Comune e posa la prima pietra dell'asilo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi